Apri il menu principale

Manuel Llorente Martín

dirigente sportivo spagnolo
Manuel Llorente Martín

Manuel Llorente Martín (Benetússer, 25 gennaio 1952) è un dirigente sportivo spagnolo. È stato presidente del Valencia dal 7 giugno 2009 al 5 aprile 2013.

BiografiaModifica

Llorente Martín studiò economia ed entrò a far parte della compagnia di Valencia Mercadona, fondata e presieduta da Juan Roig Alfonso, fino a diventarne direttore dei punti vendita.[1]

Entrò nei quadri dirigenziali del Valencia nel 1995 per mano di Francisco Roig Alfonso, fratello di Juan e Fernando Roig Alfonso, diventando anche direttore generale del club. Con l'approdo alla presidenza di Pedro Cortés e poi di Jaume Ortí, rimase il braccio esecutivo dei presidenti dal 1999 al 2004 e con l'aiuto di Javier Gómez nell'area economica, raggiunse i massimi successi sportivi e di controllo del club della storia del Valencia.

Con l'arrivo di Juan Bautista Soler alla presidenza, rescisse il suo contratto. Nel febbraio 2007, diventò presidente del Valencia Basket Club e direttore generale, per via del passaggio di potere da parte di Juan Roig. Lasciò l'incarico due anni dopo, per diventare presidente del Valencia Club de Fútbol.[2]

Così, nel giugno 2009 approdò alla presidenza del club e ordinò immediatamente un aumento di capitale per contrastare la forte crisi economica della squadra.[3]

Lascia l'incarico di presidente il 5 aprile 2013 a Vicente Andreu[4][5][6].

NoteModifica

  1. ^ (ES) 5.000 películas y una más, lasprovincias.es. URL consultato il 14-11-2010.
  2. ^ (ES) Manuel Llorente, nuevo presidente del Pamesa[collegamento interrotto], elperiodicomediterraneo.com. URL consultato il 14-11-2010.
  3. ^ (ES) Manuel Llorente, nuevo presidente del Valencia, no regalará jugadores, abc.es. URL consultato il 14-11-2010.
  4. ^ (ES) Manuel Llorente se ne va, superdeporte.es, 5 aprile 2013. URL consultato il 23 maggio 2013.
  5. ^ Llorente si dimette da presidente, adnkronos.com, 5 aprile 2013. URL consultato il 23 maggio 2013.
  6. ^ valenciacf.lasprovincias.es parla dell'alternativa Fernando Giner

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN68987147 · ISNI (EN0000 0000 8344 4336 · LCCN (ENn86070455 · BNF (FRcb12129447z (data)