Maracas

strumento musicale
Maracas
Sambaballen.JPG
Maracas
Informazioni generali
Origine America Meridionale
Classificazione 112.13
Idiofoni a percussione indiretta
Uso
Musica dell'America Meridionale
Musica folk
Musica jazz e black music
Musica pop e rock
Didattica musicale

Le maracas sono uno strumento a percussione di tipo idiofono (a suono indeterminato) che hanno origine nel Sudamerica, dove erano costituite da una zucca cava riempita di sassolini o semi secchi. Lo strumento produce il suo caratteristico suono per scuotimento: i grani interni picchiano tra di loro e contro la parete interna. Essendo quasi sempre utilizzato in coppia si utilizza molto spesso il termine al plurale (maracas).

Robert Plant con maracas

Oggi lo strumento ha la forma di due grosse uova ed è costruito anche in legno, pelle o plastica, con un'impugnatura per la presa dell'esecutore.[1] Spesso le due maracas sono intonate in maniera leggermente diversa.

StoriaModifica

Vi sono prove dell'utilizzo della coltivazione di alcune varietà di zucca (in particolare Lagenaria siceraria) nelle culture sudamericane e mesoamericane, ma eventuali maracas realizzate con cucurbitacee non sono arrivate fino a oggi. Vi sono però prove dell'esistenza di maracas in terracotta prodotte dai nativi colombiani 2000 anni fa. La parola maraca probabilmente deriva dalla lingua tupi - marakana, poi passata al portoghese come maracá[2]. In altri paesi lo strumento può assumere nomi diversi: ad esempio, a Trinidad è noto come shac-shacs.[3]

Utilizzo in musicaModifica

Le maracas sono impiegate prevalentemente nei generi musicali latino-americani: ad esempio, a Cuba i guaracha, bolero, son montuno e rumba, in Colombia la cumbia.

Modelli di maracas perfezionati si sono diffusi ampiamente nelle orchestre di musica leggera e successivamente sono stati utilizzati anche nel jazz, pop, rock e nella musica colta.

TecnicaModifica

Le maracas sono molto semplici da suonare, perciò sono spesso utilizzate nella musicoterapia e nella didattica per introdurre gli studenti al ritmo. Nonostante questo, suonare le maracas in maniera professionale non è facile: dato che i grani all'interno hanno una certa latenza, il suonatore deve anticipare il movimento in modo da ottenere il suono al momento giusto.

Le maracas possono anche essere colpite fra di loro o con altri mezzi percussivi per produrre effetti sonori particolari e il suono rilassante.

NoteModifica

  1. ^ James Blades, Percussion instruments and their history, Rev., Westport, Conn., Bold Strummer, 1992, ISBN 0-933224-61-3.
  2. ^ Definizione sul dizionario Merriam-Webster
  3. ^ John Mendes, Cote ce Cote la: Trinidad and Tobago Dictionary, Arima, Trinidad, Syncreators, 1976, p. 135.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Maracas, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc.  
Controllo di autoritàThesaurus BNCF 47188 · LCCN (ENsh85080885 · BNF (FRcb169819587 (data)
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica