Apri il menu principale
Marcel Beyer nel 2008

Marcel Beyer (Tailfingen, 23 novembre 1965) è uno scrittore, poeta e traduttore tedesco.

BiografiaModifica

Marcel Beyer nasce il 23 novembre 1965 a Tailfingen, nel Württemberg[1].

Cresciuto a Kiel e Neuss, dal 1987 al 1991 studia letteratura inglese e tedesca all'Università di Siegen e si laurea nel 1992 con una tesi sulla poetessa austriaca Friederike Mayröcker[2].

Esordisce nella narrativa nel 1991 con il romanzo Das Menschenfleisch accolto da buone recensioni, ma sale alla ribalta solo nel 1995 con I pipistrelli che viene tradotto in 12 lingue[3].

Editore per riviste letterarie e scrittore in residenza presso l'University College di Londra e l'Università di Warwick, tra i riconoscimenti ottenuti si segnala il Premio Kleist del 2014[4].

Traduttore e poeta oltre che narratore e saggista, vive e lavora a Dresda[5].

Opere principaliModifica

  • Obsession (1987)
  • Walkmännin (1990)
  • Das Menschenfleisch (1991)
  • Friederike Mayröcker (1992)
  • Brauwolke con Klaus Zylla (1994)
  • I pipistrelli (Flughunde, 1995), Torino, Einaudi, 1997 traduzione di Giuseppina Oneto ISBN 88-06-14237-2.
  • HNO-Theater im Unterhemd (1995)
  • Falsches Futter (1997)
  • Spione (2000)
  • Zur See (2001)
  • Erdkunde (2002)
  • Nonfiction (2003)
  • Vergeßt mich (2006)
  • Forme originarie della paura (Kaltenburg, 2008), Torino, Einaudi, 2011 traduzione di Silvia Bortoli ISBN 978-88-06-19736-0.
  • Putins Briefkasten (2012)
  • Graphit (2014)
  • XX. Lichtenberg-Poetikvorlesungen (Göttinger Sudelblätter) (2015)

Premi e riconoscimentiModifica

  • Uwe-Johnson-Preis: 1997 per I pipistrelli
  • Heinrich-Böll-Preis: 2001
  • Erich Fried Prize: 2006
  • Joseph-Breitbach-Preis: 2008
  • Premio Kleist: 2014
  • Georg Büchner Prize: 2016

NoteModifica

  1. ^ (EN) Alexander Gumz, Introduzione all'autore, su poetryinternationalweb.net, 31 marzo 2005. URL consultato il 22 marzo 2019.
  2. ^ (EN) Biography of Marcel Beyer, su poemhunter.com. URL consultato il 22 marzo 2019.
  3. ^ (DE) Scheda dello scrittore, su nrw-literatur-im-netz.de. URL consultato il 22 marzo 2019.
  4. ^ (EN) Profilo dell'autore, su literaturfestival.com. URL consultato il 22 marzo 2019.
  5. ^ Monica Lumachi, Uwe Johnson maestro del mio presente: intervista a Marcel Beyer, su germanistica.net, 31 gennaio 2012. URL consultato il 22 marzo 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN71529789 · ISNI (EN0000 0001 2102 2645 · LCCN (ENnr92024352 · GND (DE11548048X · BNF (FRcb13167811j (data) · NDL (ENJA00535871 · WorldCat Identities (ENnr92-024352