Mareen Apitz

pallavolista tedesca
Mareen Apitz
2016-12-14 Mareen Apitz by Sandro Halank.jpg
Nazionalità Germania Germania
Altezza 183 cm
Peso 73 kg
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Palleggiatrice
Squadra Dresdner
Carriera
Giovanili
1999-2005Dresdner
Squadre di club
2005-2006Olympia Berlino
2006-2014Dresdner
2014-2015RC Cannes
2015-2016Azəryol
2016-Dresdner
Nazionale
2006-Germania Germania
Palmarès
Transparent.png Campionato europeo
Argento Serbia e Italia 2011
Statistiche aggiornate all'8 gennaio 2016

Mareen Apitz von Römer (Dresda, 26 marzo 1987) è una pallavolista tedesca.

Gioca nel ruolo di palleggiatrice nel Dresdner.

CarrieraModifica

ClubModifica

La carriera di Mareen Apitz, nota dal 2018 con il cognome von Römer a seguito del matrimonio con Mario[1], inizia nel 1999 nel settore giovanile del Dresdner, in cui milita per sei stagioni. Nella stagione 2005-06 viene ingaggiata dalla formazione federale dell'Olympia Berlino, esordendo in 1. Bundesliga.

Nell'annata seguente ritorna alla dormazione di Dresda, con cui resta per otto annate, aggiudicandosi due scudetti, una Coppa di Germania e una Challenge Cup, manifestazione in cui premiata come miglior palleggiatrice.

Nella stagione 2014-15 viene ingaggiata dal RC Cannes nella Ligue A francese, aggiudicandosi lo scudetto, traferendosi quindi nella Superliqa azera per l'annata seguente, quando accetta la proposta dell'Azəryol di Baku.

Dopo due annate all'estero, nel campionato 2016-17 torna in patria, vestendo nuovamente i colori del club della propria città natale, con cui vince altre due Coppe di Germania.

NazionaleModifica

Nel 2006 ottiene le prime convocazioni con la nazionale tedesca; nel 2011 vince la medaglia d'argento al campionato europeo e nel 2014 all'European League.

PalmarèsModifica

ClubModifica

2006-07, 2013-14
2014-15
2009-10, 2017-18, 2019-20
2009-10

Nazionale (competizioni minori)Modifica

Premi individualiModifica

NoteModifica

  1. ^ (DE) DSC-MAREEN & MARIO: DER SPRUNG INS (EHE-)GLÜCK, su tag24.de, 8 luglio 2018. URL consultato il 17 febbraio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica