Apri il menu principale

Mario Riva (militare)

militare e partigiano italiano

Mario Riva (Lentate sul Seveso, 1900Kolašin, 18 ottobre 1943) è stato un militare e partigiano italiano.

Mario Riva
1900 – 18/10/1943
Nato aLentate sul Seveso
Morto aKolašin
voci di militari presenti su Wikipedia

BiografiaModifica

Di professione impiegato, fu richiamato alle armi come tenente di complemento nel 1940 e inviato in Albania. Promosso capitano, al momento dell'Armistizio di Cassibile si trovava a Kolašin, in Montenegro[1].

Passato al fianco dell'EPLJ, costituì il 2º Battaglione "Italia", composto da 150 uomini, che fu decimato dalle colonne tedesche il 18 ottobre 1943 al termine di uno scontro sanguinosissimo nel quale morì lo stesso Riva[2].

OnorificenzeModifica

  Medaglia d'oro al valor militare (alla memoria)
«Rifiutava di ottemperare alle disonorevoli condizioni imposte dai tedeschi malgrado i rischi e le incognite insiti in tale decisione. Comandante di compagnia fucilieri rimasta isolata in caposaldo e circondato da preponderanti forze nemiche teneva testa all’avversario con tenacia e valore. In successivo violento scontro con agguerrite formazioni tedesche e cetniche dava ripetute prove di coraggio e di pronta decisione, prodigandosi nel rincuorare i propri uomini, nel sostituire i caduti; sempre primo ove maggiore era il pericolo per sbarrare il passo all’avversario. Mentre si ergeva fieramente contro il nemico incalzante, colpito a morte da una bomba da mortaio, trovava ancora la forza di invocare il nome sacro della Patria[1]

NoteModifica

  1. ^ a b La Seconda Guerra Mondiale, URL consultato in data 02-09-2009.
  2. ^ Lando Mannucci, Per l'onore d'Italia - La Divisione italiana partigiana "Garibaldi" in Jugoslavia dall'8 settembre 1943 all'8 marzo 1945, 2ª edizione, Roma, 1994 (1985), pp. 18-19, che riporta anche (pag. 40) il messaggio di cordoglio del comandante del II Korpus dell'EPLJ Peko Dapčević.

Voci correlateModifica