Apri il menu principale

Massimo Cerofolini

giornalista e sceneggiatore italiano

Massimo Cerofolini (Roma, 29 dicembre 1961) è un giornalista, conduttore radiofonico e sceneggiatore italiano.

BiografiaModifica

Laureato in giurisprudenza, prima di dedicarsi al giornalismo ed alla scrittura, milita nell'associazionismo ambientalista ed è tra i giovani animatori negli anni '90 dei Centri di Azione Giuridica della allora Lega per l'Ambiente.

Ha scritto i soggetti e le sceneggiature di miniserie televisive per la Rai come Papa Giovanni, Madre Teresa, Papa Luciani, il sorriso di Dio. Con lo pseudonimo di Elia Contini ha firmato la sceneggiatura della miniserie televisiva per Canale 5 Il generale Dalla Chiesa.

Come giornalista lavora a Rai Radio 1, dove ha preso parte al programma Il viaggiatore in cui, tra le altre cose, ha curato un ciclo sulla modernità dei dieci comandamenti della Bibbia. Attualmente cura e conduce il programma Eta Beta, dedicato ai nuovi mestieri, alle nuove tecnologie e ai nuovi linguaggi[1].

Dal 2018, è anche autore e inviato del programma televisivo Codice, la vita è digitale in onda l'estate in seconda serata su Rai1.

In passato ha lavorato a Paese Sera, L'Espresso, Italia Oggi e Tg3. Ha vinto il premio giornalistico Smau (1995), menzione speciale al premio Ilaria Alpi (1997 e 1998).

Fiction tvModifica

SceneggiatureModifica

Programmi radiofoniciModifica

TelevisioneModifica

LibriModifica

  • Dolce dormire con Francesca Primavera, Edizioni Dino Audino, 2001.
  • Le carte incompiute, 2013.
  • Il sole tornò indietro. Il romanzo della Brigata ebraica con Francesca Primavera, 2013.

NoteModifica

  1. ^ a b Eta Beta, su raiplayradio.it. URL consultato il 3 giugno 2018.
    «Il programma ideato e condotto da Massimo Cerofolini».
  2. ^ Radio Europa - Radio1, su rai.it. URL consultato il 3 giugno 2018.
    «In redazione: Massimo Cerofolini».
  3. ^ Il programma, su ilviaggiatore.rai.it. URL consultato il 3 giugno 2018.
    «I conduttori: Massimo Cerofolini».

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN171173845 · ISNI (EN0000 0001 2010 6601 · LCCN (ENn2011032780 · WorldCat Identities (ENn2011-032780
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie