Mitrio d'Aix

religioso romano
San Mitrio d'Aix
Saint Mitre by Malost.JPG
Scultura del santo nella cattedrale di Aix, opera di Jean Mone
 

Martire

 
NascitaSalonicco 433
MorteAix-en-Provence 466
Venerato daChiesa cattolica
Ricorrenza13 novembre
Attributitesta tagliata, uva

Mitrio d'Aix (Salonicco, 433Aix-en-Provence, 466) è stato un cristiano martirizzato nel V secolo . È venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

AgiografiaModifica

Mitrio secondo le agiografie sarebbe nato a Salonicco, in Grecia, da una famiglia benestante. All'età di ventiquattro anni, ha lasciato i suoi genitori per recarsi in Provenza, nella speranza di vivere una vita di carità e povertà. Divenne servo di Arvendus un pretore romano di Aquae Sextiae, che conduceva una vita dissoluta con una donna . Ansioso di portare il suo padrone nel modo giusto, Mitre spesso lo fece vergognare per il suo comportamento. Arvendus cominciò ad essere ostile nei confronti di Mitrio.

Arvendus possedeva una vigna ad ovest della città di Tours, nel attuale quartiere di Saint-Mitre. Mitre era lì enologo. Il pretore ordinò ai suoi servi di andare a provocare danni nella sua vigna e indicare Mitrio come responsabile. Quelli nella notte devastarono la vigna e dopo andarono a lamentarsi con il loro padrone dicendo che Mitrio aveva raccolto tutta l'uva di Arvendus per fare del vino da distribuire ai poveri. Arvendus si precipitò nella sua vigna ma vide abbondante uva di alta qualità. Mitrio allora venne accusato di stregoneria e gettato nella prigione di una torre romana. Venne poi decapitato nel cortile del tribunale. Finito il martirio il santo raccolse la sua testa, premuta contro il petto, e giunse sull'altare della chiesa di Notre-Dame-de-la-Seds d'Aix-en-Provence e morì .

CultoModifica

Secondo il Martirologio Romano, il giorno dedicato al santo è il 13 novembre:

«Ad Aix-en-Provence nella Gallia narbonense, ora in Francia, san Mitria, che, sebbene di condizione servile, libero tuttavia in Cristo, migrò vincitore da questo mondo.»

(Martirologio Romano)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica