Mnesimache

personaggio della mitologia greca, figlia di Dessameno

Nella mitologia greca, Mnesimache era il nome di una delle figlie di Dessameno.

Il mitoModifica

Eracle, il figlio di Zeus era stato cacciato dalla casa di Augia e trovò rifugio a casa di Dessameno, qui la ragazza fu promessa come sposa al ragazzo. Egli partì per altre avventure, poco tempo dopo arrivò nel regno un centauro di nome Eurizione, attratto dalla bellezza della ragazza la voleva per sé nonostante fosse già promessa ad un altro, la ragazza si fidanzò con forza a lui, anche contro il proprio volere. Eracle tornò nel regno per la donna.

ParentiModifica

Mnesimache aveva due sorelle: Teronice e Terefone.

La versione di IginoModifica

Probabilmente (e per via delle innumerevoli similitudini), Igino confonde il mito di Mnesimache con quello di Deianira[1].

NoteModifica

BibliografiaModifica

FontiModifica

ModernaModifica

  • Pierre Grimal, Enciclopedia della mitologia 2ª edizione, Brescia, Garzanti, 2005, ISBN 88-11-50482-1. Traduzione di Pier Antonio Borgheggiani

Voci correlateModifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca