Apri il menu principale

Mohamed Mallal

cantautore, poeta e fumettista marocchino
(Reindirizzamento da Moha Mellal)
Mohamed Mallal
NazionalitàMarocco Marocco
GenereRock
Ahidous
Periodo di attività musicale1997 – in attività
EtichettaItri Music
Album pubblicati8

Mohamed Mallal (Ouarzazate, 1965) è un cantautore, poeta, fumettista, produttore discografico, artista, pittore e militante marocchino di etnia berbera e di lingua madre tamazight.

BiografiaModifica

Mohamed Mallal è nato nel 1965 a Tamlalt un piccolo villaggio nella valle di Boumalne Dades nella provincia di Ouarzazate nel sud-est del Marocco.

Ha frequentato le scuole primarie e secondarie a Ouarzazate. Nel 1987 nella facoltà di Agadir si laureò nella specialistica in Storia dell'arte.

Nel 2007 a Ouarzazate fondò l'associazione ART TAZRA

Da molto tempo è docente di discipline pittoriche al collegio Al Mansour Addahbi di Ouarzazate. . ("-")

BandModifica

  • Moha Mallal
  • Abdelhak Mabrouk
  • Said Mourad
  • Driss Mallal
  • Mustapha Jabraoui
  • Amine Blal

PoesieModifica

Altre poesieModifica

  • Amelmad amazigh, (Studente berbero)
  • Digh urta, (Sono andato)
  • Da smmektaygh, (Penso)
  • Iddad iddu, (è venuto ed è andato, poesia dedicata a Nba)

DiscografiaModifica

  • Asid n Dades (la luce di Dades) 1997;
  • Sellagh (ho sentito) 1997;
  • Timelellay 2001 ;
  • Uyema Atwareg (fratello tuareg) 2003 ;
  • Azmul (ferita) 2005 ;
  • Angi 2007.
  • Azwu (vento) 2009.
  • Amersal (terra salata) 2010.

BibliografiaModifica

  • Mohamed Mallal Anzwum Ouarzazate, Publisud d'Ouarzazate, 2007.
  • Cynthia J. Becker, Amazigh arts in Morocco: women shaping Berber identity, Texas, University of Texas Press, 2006.
  • Katherine E. Hoffman and Susan Gilson Miller Berbers and others, Indiana, Indiana University Press, 2010.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale di Mallal, su mallal.net. URL consultato il 24 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2011).
  • mellal su Azawan.com, su azawan.com. URL consultato il 24 maggio 2010 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2011).