Apri il menu principale
Abbazia di Lindisfarne
Lindisfarne Priory
Lindisfarne Abbey and St Marys.JPG
StatoRegno Unito Regno Unito
Divisione 1Nord Est
LocalitàLindisfarne
Religionecattolica
FondatoreAidano di Lindisfarne
Inizio costruzione635

Coordinate: 55°40′09″N 1°48′03″W / 55.669167°N 1.800833°W55.669167; -1.800833

L'abbazia di Lindisfarne è stata un complesso monastico, nel ventunesimo secolo in rovina, eretto sull'isola britannica di Lindisfarne da sant'Aidano.

StoriaModifica

Il monaco Aidano, che viveva nel convento di Iona (isole Ebridi interne), fu inviato in Northumbria su richiesta di re Osvaldo attorno al 635. Questa regione divenne la base dell'evangelizzazione dell'Inghilterra settentrionale. Dalla Northumbria partirono anche delle missioni dirette in Mercia (l'odierna regione delle Midlands).[1]

Dei diversi monaci che vissero nel convento vanno ricordati:

Agli inizi dell'VIII secolo Lindisfarne divenne un fiorente centro culturale, con la produzione manoscritti in latino e anche in anglosassone. Ad esempio, il manoscritto dei Canti di Lindisfarne presenta elementi illustrativi celtici, germanici e romani.

Nell'8 giugno 793 un'incursione vichinga sconcertò profondamente la cristianità occidentale. Alla fine i monaci lasciarono l'isola (portando con loro il corpo di san Cuthbert, che è ora sepolto nella cattedrale di Durham) e il vescovado fu trasferito a Durham nel 1000. Il priorato fu ristabilito nel periodo normanno come fondazione benedettina, fino a quando fu soppressa nel 1536 da Enrico VIII.

NoteModifica

  1. ^ Significante of Lindisfarne priory, By English Heritage, 4 giugno 2015.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica