Monet Mazur

attrice e modella statunitense

Monet Happy Mazur (Los Angeles, 17 aprile 1976) è un'attrice e modella statunitense.

BiografiaModifica

Mazur è nata a Los Angeles, in California, figlia di Ruby Mazur, illustratore noto per aver creato il logo "lingua" per i Rolling Stones, e sua madre Valerie Chasin, una modella. Mazur è la maggiore di quattro fratelli, l'unica figlia, a cui sono stati dati tutti i nomi che sono i cognomi di artisti famosi. Mazur è di origine ebrea da parte di suo padre. Il cugino di Mazur è Epic Mazur della band Crazy Town, in cui è apparsa nel video musicale della loro canzone "Revolving Door" al fianco di Kimberly Stewart.[1]

CarrieraModifica

Monet Mazur inizia a lavorare come modella durante l'adolescenza, lavorando, tra l'altro, come testimonial dell'azienda di abbigliamento statunitense Gap nel 2008.

Come attrice ha lavorato in film cinematografici come Quel mostro di suocera, 40 giorni & 40 notti, Blow, Oggi sposi... niente sesso e Torque (nel quale rivestiva il ruolo della co-protagonista Shane), ed in numerosi ruoli televisivi come CSI: Miami, Cold Case, Jack & Jill, NCIS: Los Angeles, Castle - Detective tra le righe, Strange World e Party of Five, Law & Order Unità Vittime Speciali.

Ha inoltre partecipato come comparsa nel film La Famiglia Addams e in un episodio della IV stagione della nota serie TV, Chuck.

Dal 2018 interpreta Laura Baker nella serie televisiva The CW, All American. Lo spettacolo è stato presentato in anteprima a ottobre 2018. Ad aprile 2019 lo spettacolo è stato rinnovato per una seconda stagione.

Vita privataModifica

Nel 2002 è stata brevemente legata ad Ashton Kutcher. Nell'aprile 2005 sposa il regista Alex de Rakoff, dal quale ha avuto due figli: Marlon (2005) e Luciano Cy (2011).

Filmografia parzialeModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Archive-Jon-Wiederhorn, Crazy Town Into The Skater Chicks In New Vid, su MTV News. URL consultato il 29 agosto 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN221795633 · ISNI (EN0000 0003 6189 1460 · LCCN (ENno2005072260 · BNF (FRcb14103598j (data) · WorldCat Identities (ENno2005-072260