Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mongolosauro
Mongolosaurus haplodon.jpg
Dente di Mongolosaurus haplodon
Stato di conservazione
Fossile
Periodo di fossilizzazione: Cretacico
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Reptilia
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine † Sauropodomorpha
Infraordine Sauropoda
Famiglia Incertae sedis
Genere Mongolosaurus
Gilmore, 1933
Specie M. haplodon
Nomenclatura binomiale
Mongolosaurus haplodon
Gilmore, 1933

Il mongolosauro (Mongolosaurus haplodon Gilmore, 1933) è un dinosauro erbivoro appartenente ai sauropodi. Visse nel Cretacico inferiore (tra Berriasiano e Albiano, circa 145,5-99,7 milioni di anni fa). I suoi resti fossili sono stati ritrovati in Cina, nella Mongolia Interna.

DescrizioneModifica

Questo dinosauro è conosciuto solo per frammenti fossili, che includono alcuni denti di forma insolita, alcune vertebre cervicali e una scatola cranica parziale. Una ricostruzione dettagliata è quindi impossibile, ma è certo che Mongolosaurus era un sauropode di grosse dimensioni, e che possedesse come tutti i sauropodi collo e coda lunghi e un corpo voluminoso sorretto da arti colonnari. I denti erano di forma unica rispetto a quelli degli altri sauropodi: erano sottili, cilindrici e convessi su entrambe le superfici della corona, che terminava in una punta leggermente ottusa. Erano presenti carene su ciascun lato dei denti, e si estendevano fino all'apice della corona. Alcuni denti mostrano una carena leggermente seghettata. Le spine neurali erano divise, mentre l'osso basioccipitale è stato descritto come più corto di quello di Camarasaurus e Brachiosaurus.

ClassificazioneModifica

Mongolosaurus è stato descritto per la prima volta sulla base di un singolo dente (da qui l'epiteto specifico haplodon, che significa "dente singolo") rinvenuto nel 1928 durante una spedizione capitanata da Roy Chapman Andrews dell'American Museum of Natural History, nella formazione On Gong nella Mongolia Interna; il nome è stato dato da Charles Whitney Gilmore nel 1933. Successivamente, nella stessa zona, furono rinvenuti altri denti simili associati a poche ossa (tre vertebre cervicali parziali e un basioccipitale). Non è chiaro quale fosse il gruppo di sauropodi a cui apparteneva Mongolosaurus; nel corso degli anni questo dinosauro è stato avvicinato ai diplodocidi, ai titanosauri, agli euelopodidi e addirittura (anche se non ufficialmente) ai terizinosauri (un gruppo di dinosauri teropodi dalle caratteristiche insolite). Attualmente è ritenuto un rappresentante dei titanosauri, il gruppo di sauropodi più diffuso del Cretaceo; all'interno di questo gruppo, Mongolosaurus era forse affine alla famiglia dei nemegtosauridi (Mannion, 2010).

BibliografiaModifica

  • C.W. Gilmore, 1933, "Two new dinosaurian reptiles from Mongolia with notes on some fragmentary specimens", American Museum Novitates 679: 1-20
  • Philip D. Mannion. 2010. A reassessment of Mongolosaurus haplodon Gilmore, 1933, a titanosaurian sauropod dinosaur from the Early Cretaceous of Inner Mongolia, People's Republic of China. „Journal of Systematic Palaeontology”, 2010.

Collegamenti esterniModifica