Monreale bianco superiore

vino DOC siciliano
Monreale bianco superiore
Dettagli
StatoItalia Italia
Resa (uva/ettaro)12,0 t
Resa massima dell'uva70,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
11,0%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
12,5%
Estratto secco
netto minimo
18,0 g/l
Riconoscimento
TipoDOC
Istituito con
decreto del
02/11/2000  
Gazzetta Ufficiale del14/11/2000
n 266
Vitigni con cui è consentito produrlo

da soli o insieme minimo 50%

[senza fonte]

Monreale bianco superiore è un vino a DOC la cui produzione è regolamentata con D.M. 2 novembre 2000, in materia di "Riconoscimento dei vini a denominazione di origine controllata 'Monreale' ed approvazione del relativo disciplinare di produzione", pubblicato sulla gazzetta ufficiale del 14 novembre 2000, n. 266,[1] prodotto nei comuni di Monreale, Piana degli Albanesi, Camporeale, San Giuseppe Jato, San Cipirello, Santa Cristina, Gela, Corleone, e Roccamena, tutti in provincia di Palermo.

Vitigni con cui è consentito produrloModifica

  • Catarratto, e Ansonica, da soli o insieme, minimo 50%.
  • Altri vitigni a bacca bianca raccomandati e/o autorizzati per la città metropolitana di Palermo, da soli o congiuntamente, fino ad un massimo del 50%.

Il Trebbiano toscano non deve però superare il 30%.

Tecniche produttiveModifica

Il Monreale bianco superiore deve essere affinato per almeno sei mesi (a partire dal 1º novembre dell'anno di produzione delle uve).

Caratteristiche organoletticheModifica

  • colore: giallo carico tendente al dorato;
  • profumo: complesso di buona intensità;
  • sapore: secco, sapido, armonico, corposo.

Cenni storiciModifica

Abbinamenti consigliatiModifica

ProduzioneModifica

Provincia, stagione, volume in ettolitri

NoteModifica

  1. ^ Monreale – Disciplinare di produzione, su stradedeivini.it. URL consultato il 28 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2016).

Voci correlateModifica

Monreale (vino)