Apri il menu principale
Mummia di San Andrés nel Museo della natura e dell'uomo

I Guanci, gli antichi abitanti delle isole Canarie (Spagna) mummificavano i loro morti.

Questa pratica preservava il corpo del defunto tramite tecniche di imbalsamazione simili a quelle eseguite in altre civiltà antiche. I loro scopi, legati al credo religioso, erano quelli di proteggere il corpo e di distinguere la rilevanza sociale dei singoli individui. Anche se la mummificazione era praticata in tutte le isole, è sull'isola di Tenerife che ha raggiunto la sua massima espressione. Per molti aspetti la mummificazione dei Guanci era simile a quella praticata dagli antichi Egizi.

Il Museo della natura e dell'uomo (Museo Archeologico di Tenerife), Santa Cruz de Tenerife, ha alcune di queste mummie, che per secoli sono state oggetto di raccolta e di curiosità scientifica in Europa.

I resti mummificati più antichi delle Isole Canarie risalgono al terzo secolo dC e furono rinvenuti a Tenerife.[1]

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Antropologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antropologia