Muristenes

I muristenes o le cumbessias (a seconda della zona e del dialetto in cui si trovano) sono dei piccoli alloggi per pellegrini ed noveranti tipici di alcune chiese e di santuari campestri della Sardegna. Se per alcuni studiosi in epoca antichissima (verosimilmente medievale) potessero essere erano alloggi di monaci, per altri studiosi essi erano talvolta anche spazi dedicati ai mercanti[1]. Si differenziano dalle lollas che sono invece loggiati generalmente occupati dai venditori ambulanti durante le manifestazioni religiose.

Muristenes a San Gemiliano (Villanova Truschedu)

NoteModifica

  1. ^ I muristenes del santuario di Santu Antinu a Sedilo (PDF), su iloisedilo.org. URL consultato il 15 novembre 2009.

BibliografiaModifica

  • Clara Gallini, Il consumo del sacro: feste lunghe di Sardegna, Nuoro, Ilisso edizioni, 2003, ISBN 88-87825-77-7.
  • Vico Mossa, Architettura religiosa minore in Sardegna, Sassari, Edizioni Gallizzi, 1953.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna