Apri il menu principale

Il termine muruwwa (in arabo: مروّة‎) identificava, specie in età preislamica (jāhiliyya), la somma delle qualità umane che rendevano, allora come ora, agli occhi degli Arabi peninsulari l'uomo degno della massima stima e considerazione.

Esse consistevano in:

  • fakhr, la dilatata magnificazione della propria stirpe;
  • ḥamāsa, coraggio e disprezzo del pericolo;
  • karam (o ḍayf o ḥasab), sconfinata generosità e ospitalità;
  • ʿirḍ, spropositato senso di sé e del proprio onore;
  • ṣabr, pazienza che l'uomo deve esprimere nelle avversità;
  • ḥilm, autocontrollo.

Non essere accreditato di muruwwa (dalla radice <m-r-'>, "essere umano") significava non avere onore ed essere indegno di stima.

Collegamenti esterniModifica