Apri il menu principale

OsservazioneModifica

 
Mappa per individuare NGC 6544.

Si individua nella parte occidentale della costellazione, sul bordo di un ricco campo stellare; la sua posizione è facilmente recuperabile in quanto si trova a soli 50' in direzione sudest rispetto alla celebre Nebulosa Laguna. Può essere notato anche con un binocolo 10x50 come una piccola macchia chiara simile a una stella nebbiosa; con un telescopio da 120mm e ingrandimenti attorno ai 100x è possibile notare qualche minuta stellina, ma nel complesso l'ammasso risulta pressoché irrisolvibile. Strumenti dai 200mm in su e ingrandimenti più spinti permettono di risolvere diverse decine di deboli componenti.

A causa della sua declinazione piuttosto meridionale, quest'ammasso può essere osservato principalmente da osservatori situati nell'emisfero australe della Terra, sebbene sia comunque osservabile discretamente anche fino alle latitudini temperate medie.[3] Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale è quello compreso fra giugno e ottobre.

Storia delle osservazioniModifica

NGC 6544 è stato osservato per la prima volta da William Herschel nel 1784, che lo osservò attraverso il suo riflettore da 18,4 pollici; lo descrisse come un oggetto piuttosto luminoso e grande, di forma circolare e risolvibile in stelle; nel New General Catalogue si fornisce una descrizione simile, rimarcandone la sua risolvibilità.[4][5]

CaratteristicheModifica

NGC 6544 è un ammasso globulare di densità media, stimata di valore 5 su una scala compresa fra 1 e 12; la sua distanza è stimata sui 2900 parsec (9450 anni luce) dal Sole, che nella sua posizione corrisponde a una distanza di 6100 parsec dal centro della Via Lattea e di soli 100 parsec dal piano galattico, al punto da essere uno degli ammassi globulari più vicini al piano galattico conosciuti. Le sue dimensioni angolari ridotte, pari a poco meno di 4' per il corpo principale dell'ammasso e corrispondenti ad appena 3,2 parsec, lo rendono anche uno degli ammassi globulari più piccoli conosciuti.[2]

Nel 1999 è stata scoperta all'interno dell'ammasso una pulsar in un sistema binario di tipo millisecondo, catalogata come PSR J1807-2459;[6] Sono note poche stelle variabili facenti parte di quest'ammasso; uno studio del 1993 incentrato sulla regione attorno a NGC 6544 ha permesso di individuare alcune stelle variabili, delle quali solo per una è accertata l'appartenenza all'ammasso: si tratta di una variabile RR Lyrae con un periodo di 0,57 giorni.[7]

NoteModifica

  1. ^ a b c d SIMBAD Astronomical Database, Results for NGC 6544. URL consultato il 30 maggio 2013.
  2. ^ a b c Alcaino, G., The globular cluster NGC 6544, in Astronomy and Astrophysics Supplement Series, vol. 52, aprile 1983, pp. 105-113. URL consultato il 30 maggio 2013.
  3. ^ Una declinazione di 25°S equivale ad una distanza angolare dal polo sud celeste di 65°; il che equivale a dire che a sud del 65°S l'oggetto si presenta circumpolare, mentre a nord del 65°N l'oggetto non sorge mai.
  4. ^ Catalogo NGC/IC online - result for NGC 6544, su ngcicproject.org. URL consultato il 30 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 28 maggio 2009).
  5. ^ Stephen James O'Meara, Deep Sky Companions: Hidden Treasures, Cambridge University Press, 2007, ISBN 0521837049.
  6. ^ Ransom, Scott M.; Greenhill, Lincoln J.; Herrnstein, James R.; Manchester, Richard N.; Camilo, Fernando; Eikenberry, Stephen S.; Lyne, Andrew G., A Binary Millisecond Pulsar in Globular Cluster NGC 6544, in The Astrophysical Journal, vol. 546, nº 1, gennaio 2001, pp. L25-L28, DOI:10.1086/318062. URL consultato il 30 maggio 2013.
  7. ^ Hazen, Martha L., The variable stars in the field of the globular cluster NGC 6544, in Astronomical Journal, vol. 106, nº 3, settembre 1993, pp. 1055-1058, DOI:10.1086/116703. URL consultato il 30 maggio 2013.

BibliografiaModifica

  • Catalogo NGC/IC online, su ngcicproject.org. URL consultato il 30 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 28 maggio 2009).
  • Tirion, Rappaport, Lovi, Uranometria 2000.0, William-Bell inc. ISBN 0-943396-15-8

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari