Niccolò degli Alberti

banchiere, diplomatico e mecenate italiano

Niccolò di Jacopo degli Alberti (Firenze, 1327 circa – 7 agosto 1377) è stato un banchiere, diplomatico e mecenate italiano.

Iscrizione che ricorda Niccolò degli Alberti su un portale trecentesco dell'ospizio di Orbatello

BiografiaModifica

Figura di spicco della vita politica cittadina della sua epoca, fu tra i mediatori della pace con Pisa nel 1364 e ambasciatore ad Avignone presso papa Urbano V per indurlo a tornare alla sede di Roma.

Dal 1361, col cugino Benedetto di Nerosso Alberti, tenne le redini della compagnia commerciale familiare. Lasciò molte delle ricchezze per l'istituzione benefica dell'ospedale di Orbatello. Al suo funerale fu salutato da grandi dimostrazioni di cordoglio popolare: grazie alle sue numerose opere di bene si era infatti guadagnato l'appellativo di "Padre dei poveri".

BibliografiaModifica

  • AA.VV., Orbatello da asylum a biblioteca, mostra del giugno 2012, Centro A. Zeta, Firenze 2012.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie