Nick Denton

Nicholas Guido Anthony Denton (Hampstead, 24 agosto 1966[1]) è un imprenditore, giornalista e blogger britannico, fondatore ed ex proprietario del collettivo di blog Gawker Media, ed è stato il caporedattore di Gawker con sede a New York, fino alla causa legale di Hulk Hogan che ha mandato in bancarotta la società.[2] Per anni dopo aver avviato Gawker Media nel 2003, Denton ha diretto l'azienda dal suo appartamento a Soho.

Nick Denton nel 2007

Biografia e carrieraModifica

Denton è cresciuto a Hampstead, è il figlio dell'economista britannico Geoffrey Denton - un ebreo ungherese che è sopravvissuto il nazismo e sfuggito all'occupazione sovietica a 18 anni[3] e sua moglie, Marika (nata Marton) - una psicoterapeuta, morta di cancro un anno prima che suo figlio si trasferisse a New York. Denton ha una sorella minore, Rebecca[4][5]

Ha frequentato l'University College School e all'University College di Oxford, dove ha studiato filosofia, politica ed economia. ed è stato direttore della rivista dell'università. Ha iniziato la sua carriera come giornalista con il Financial Times. Ha co-scritto un libro sul crollo della Barings Bank, intitolato All That Glitters.[6] Era un cofondatore di un sito di social networking, First Tuesday[7] e cofondatore di Morever Technologies[8] con David Galbraith e Angus Bankes, compagni di scuola dell'UCS. Denton è il fondatore dell'ormai defunta Gawker Media, la maggior parte delle attività sono state vendute a Univision a seguito della perdita del caso Bollea contro Gawker e del conseguente fallimento.

Denton è stato inserito nella Sunday Times Rich List 2007 nella posizione # 502 con una ricchezza stimata di £ 140 milioni (circa $ 205 milioni) in base alla vendita delle sue società precedenti e al valore attuale di Gawker Media. Denton vive a New York.

MatrimonioModifica

Il 16 gennaio 2014, il New York Post ha riferito del suo imminente matrimonio con l'attore Derrence Washington il 31 maggio.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Andrew Ross Sorkin, Building a Web Media Empire On a Daily Dose of Fresh Links, in The New York Times, novembre 2003. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  2. ^ (EN) Gawker Media to be put up for auction after bankruptcy filing, in CNBC, 10 giugno 2016. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) NICK DENTON on Peter Thiel, Gawker, & bankruptcy. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  4. ^ (EN) Michael Idov, The Most Powerful People in New York - How Gawker Media Head Nick Denton Made It by Casting Himself As an Outsider, su New York, 26 settembre 2010. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  5. ^ (EN) Jay Rayner, The Brit dishing the dirt on America, in The Guardian, London, UK, 9 marzo 2008. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  6. ^ (EN) John Gapper e Nick Denton, All That Glitters: The Fall of Barings, London, Hamish Hamilton, 1996, ISBN 978-0-241-13699-7.
  7. ^ (EN) First Tuesday, su firsttuesday.com. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  8. ^ (EN) Moreover.com. URL consultato il 26 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2011).

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN53751835 · ISNI (EN0000 0000 4145 6275 · LCCN (ENno97016013 · WorldCat Identities (ENlccn-no97016013