Apri il menu principale

Nicolò Morlupino (15281570) è stato un poeta italiano.

Indice

BiografiaModifica

Della vita non si sa molto; nato tra Gemona del Friuli e Tolmezzo, viveva a Venzone. Era notaio a Tolmezzo.

La poesiaModifica

Scrisse poesie friulane e in quella lingua forse anche un componimento, cioè una traduzione o un'imitazione, dell'Odissea di Omero. Componeva con l'anima dei burleschi, come il Berni, e di quella del Berni la sua poesia aveva il sapore; va ricordato che il Berni aveva rapporti con il Friuli e che in quella terra risiedeva anche Mauro d'Arcano, che del Berni era amico ed apprezzato imitatore. Son rime piene d'ironia e al tempo stesso di sentimento, tutte colorate da uno spirito schietto, vigoroso e paesano, qui diversamente dal Berni, che era più cittadino. Per esempio, si consideri la franchezza di questa lode d'una donna: slisote si ch'un glîr,/ inculuride si ch'un mêl cjargnel ( liscia come un ghiro,/ colorata come una mela di Carnia).

BibliografiaModifica

  • B. Chiurlo, A. Ciceri, Antologia della letteratura friulana, Tolmezzo, Aquileia, 1976
  • G. Pillinini, Storie de leterature furlane, Udine, Ribis, 1982

Collegamenti esterniModifica

  • Nicolò Morlupino, Istituto Pio Paschini per la storia della Chiesa in Friuli, Dizionario biografico dei friulani. Nuovo Liruti online.  
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie