Obdurodon

genere di animale della famiglia Ornithorhynchidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Obdurodon
Obdurodon dicksoni.JPG
Cranio di Obdurodon dicksoni
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Monotremata
Famiglia Ornithorhynchidae
Genere Obdurodon
Specie
  • Obdurodon dicksoni
  • Obdurodon insignis

L'obdurodonte (Obdurodon) è un antenato dell'ornitorinco. La principale caratteristica che lo differenzia dal suo odierno discendente è il fatto che Obdurodon possiede ancora i denti. L'ornitorinco, in effetti, li possiede solo in età giovanile.

SpecieModifica

Di questo genere si conoscono finora due (o forse tre) specie. La meglio conosciuta è sicuramente O. dicksoni, rinvenuta nei terreni del Miocene inferiore-medio di Riversleigh, nel Nuovo Galles del Sud. Questo animale è noto per un cranio e alcuni denti isolati. Fisicamente, doveva assomigliare molto al moderno ornitorinco, anche se ci sono differenze sostanziali. Ad esempio, Obdurodon dicksoni doveva essere più grande del suo discendente, e alcune caratteristiche del cranio (oltre, naturalmente, alla presenza dei denti) lo pongono al di fuori del genere Ornithorhynchus. Ad esempio, il processo coronoide e il processo angolare sono ancora presenti in Obdurodon, mentre sono quasi del tutto scomparsi nell'ornitorinco. Inoltre, il becco della forma miocenica è più grande, alto e in generale di forma diversa da quello dell'ornitorinco attuale. I denti presenti erano due premolari e tre molari per ogni lato delle mascelle.

L'altra specie di Obdurodon, O. insignis, è stata la prima ad essere scoperta, nel 1975, nel deserto di Tirari, in terreni dell'Oligocene superiore, ma è basata solo su denti sparsi. In seguito sono stati ritrovati anche resti frammentari di mascelle e pelvi. Sembra che questa specie fosse più piccola e primitiva di quella miocenica.

La terza (possibile) specie di obdurodonte è rappresentata da alcuni denti rinvenuti nel 1992 in Sudamerica, in Patagonia, in terreni risalenti al Paleocene inferiore. La scoperta ha naturalmente suscitato scalpore tra gli scienziati, visto che fino a quel momento i monotremi erano stati rinvenuti solo in Australia. A parte il diverso orizzonte geocronologico, le differenze tra i resti argentini, denominati Monotrematum sudamericanum, e i resti di Obdurodon riguardano la taglia (Monotrematum doveva essere grande il doppio di Obdurodon) e quindi alcuni paleontologi hanno pensato che questi denti potessero appartenere a una specie particolarmente grande, primitiva e antica di Obdurodon.

BibliografiaModifica

  • Archer, et al. "Description of the skull and non-vestigial dentition of a Miocene platypus (Obdurodon dicksoni) from Riversleigh, Australia, and the problem of monotreme origins".
  • Augee, M.L. "Platypus and Echidnas". Royal Zoological Society of New South Wales. 1992. Pages 15–27. (O. dicksoni).
  • Pascual, et al. "First discovery of monotremes in South America". Nature 356 (1992), Pages 704-706 (Monotrematum).
  • Woodburne and Tedford. "The first Tertiary Monotreme from Australia." American Museum. Novitates Number 2588. 1975. Pages 1–11. (O. insignis).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica