Apri il menu principale
M/N Ocean Warrior
Descrizione generale
Flag of the Netherlands.svg
Tipopattugliatore d'altura
ClasseSea Axe[1]
progetto n. 547257
ArmatoreSea Shepherd
ProprietàSea Shepherd
Porto di registrazioneAmsterdam
Identificazionenominativo internazionale ITU: PB4400 PapaBravoFourFourZeroZero

numero MMSI: 244890807

numero IMO 9791262
CostruttoriDamen
CantiereAdalia, (Turchia)
Impostazione18 agosto 2015
Varo1º luglio 2016
Completamento1º settembre 2016
Costo originale8,3 milioni di
9,4 milioni di $ USA
Consegna15 settembre 2016
Viaggio inaugurale9 set. 2016: Adalia
13 set.: La Spezia
26 set. - 2 ott.: Amsterdam
Statoin servizio
Caratteristiche generali
Stazza lorda439 tsl
Portata lorda300 tpl
Lunghezza50,2 m
Larghezza9,32 m
Pescaggio3,5 m
Propulsioneibrida Diesel-elettrica
4 motori MTU/Caterpillar
4 eliche pentapala a passo fisso su 4 alberi portaelica
4 timoni a spada
2 eliche di manovra prodiere
Velocità14-30 nodi
Autonomia1.125 km a piena velocità[1]
Capacità di carico1 elicottero imbarcato tipo
MD 500 o Robinson R22
Equipaggiomax. 16
Note
Motto
(EN) Poachers Beware
(IT) Bracconieri Avvisati

voci di navi mercantili presenti su Wikipedia

Ocean Warrior è un pattugliatore d'altura antartico, nonché nave ammiraglia della Sea Shepherd Conservation Society.

Indice

StoriaModifica

Costruito sulla base del progetto della classe di pattugliatori tipo Damen Stan 5009 "Sea Axe"[1], e finanziato tramite i fondi raccolti con le lotterie nazionali dei codici postali olandese (Nationale Postcode Loterij), svedese (Svenska Postkodlotteriet) e britannica (People's Postcode Lottery) per il sovvenzionamento delle associazioni benefiche per un totale di 8,3 milioni di Euro, pari a 9,4 milioni di dollari USA[2], è stato personalizzato secondo le specifiche del committente. Il pattugliatore è stato impostato sugli scali dei cantieri navali del gruppo olandese Damen ad Adalia, Turchia, il 18 agosto 2015[3] mentre il nome, Ocean Warrior, è stato sorteggiato da una apposita giuria il 22 marzo 2016 dopo una competizione che ha visto oltre 1.400 proposte[4]. Varato venerdì 1º luglio 2016[5], è entrato in servizio con la Sea Shepherd Conservation Society salpando per l'operazione Nemesis il 3 dicembre 2016 da Hobart, Australia, con l'obiettivo di pattugliare i santuari balenieri, proteggere a fauna ittica l'ambiente marino dell'Oceano Pacifico Meridionale e del Mar Glaciale Antartico contro le baleniere giapponesi e le navi bracconiere dedite alla pesca illegale di cetacei e specie marine protette.

Navi gemelleModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Pattugliatore Damen Stan 5009 - Scheda tecnica del Gruppo Damen (PDF)
  2. ^ Sea Shepherd Global svela il nome del nuovo pattugliatore: “Ocean Warrior”., su seashepherd.it. URL consultato il 10 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 19 dicembre 2016).
  3. ^ (EN) Keel laying Ceremony of new Sea Shepherd ship
  4. ^ (EN) Sea Shepherd Global Unveils New Patrol Vessel Name, 'Ocean Warrior' Archiviato il 20 dicembre 2016 in Internet Archive.
  5. ^ Sea Shepherd Global lancia il nuovo pattugliatore, la Ocean Warrior, su seashepherd.it. URL consultato il 10 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 19 dicembre 2016).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica