Onomastica

L'onomàstica[1] è lo studio dei nomi propri di persona o di luogo (delle loro origini) e dei processi di denominazione in una o più lingue o dialetti. Nata intorno al 1850, si considera come una parte della linguistica che presenta forti collegamenti con la storia e la geografia.

Panoramica generaleModifica

La parola "onomastica" deriva dal greco antico ὀνομαστικός (trasl. onomastikós), aggettivo che tradotto significa "di o che inizia col nome"[2][3]: le sue tipologie sono indicate dall'unione di un suffisso con la parola greca ὄνομα (trasl. ónoma) che significa "nome"[4]. La toponomastica, detta anche toponimìa, è una delle principali scienze figlie dell'onomastica. L'antroponomastica (o antroponimìa) è la scienza che studia i nomi propri di persona.
L'onomastica assume grande importanza nell'estrazioni delle informazioni con applicazioni di Named-entity recognition, oppure nel riconoscimento dell'origine del nome sempre operata mediante software[5].

L'onomastica ha trovato impiego anche nell'ambito di indagini storiche per accertare la presenza di minoranze etniche all'interno di una popolazione più numerosa[6][7]. Per estensione, una comune onomastica è un elemento importante degli usi, costumi e tradizioni di un'etnia, non l'unico, per valutare la comune origine storica di due comunità a seguito di un evento migratorio: Grecia antica e la colonia Magna Grecia, che avevano in comune alfabeto, religione, onomastica, lingue con varianti ma tra loro comprese, ecc.

L'onomastica letteraria è la disciplina che studia i nomi propri nelle opere di letteratura e narrativa.[8]. Questa scienza ha avuto un orientamento in prevalenza linguistico, ma dagli anni 2000 è divenuta anche luogo di convergenza e cooperazione tra linguisti e letterati[9].
La parola ortonimo è usata in relazione ad un eteronimo o ad uno pseudonimo: l'ortonimo è il nome proprio di persona (anagrafico) dell'autore, quando questi firma le sue opere sotto diverso nome.

NoteModifica

  1. ^ dal greco ὄνομα ónoma 'nome' (radice indoeuropea *nom-; cfr. il latino nomen)
  2. ^ (EN) Henry George Liddell, Robert Scott, titolo= A Greek-English Lexicon (ὀνομαστικός), su Perseus project.
  3. ^ (EN) Dizionario Etimologico online, su etymonline.com. URL consultato il 26 luglio 2015.
  4. ^ (EN) Henry George Liddell, Robert Scott, A Greek-English Lexicon (ὄνομα), su Perseus project.
  5. ^ (EN) Elian Carsenat, Onomastics and Big Data Mining, 2013.
  6. ^ (EN) Adam Crymble, How Criminal were the Irish? Bias in the Detection of London Currency Crime, 1797-1821, in The London Journal, 2 settembre 2017, p. 1–17, DOI:10.1080/03058034.2016.1270876.
  7. ^ (EN) Adam Crymble, A Comparative Approach to Identifying the Irish in Long Eighteenth-Century London (PDF), in Historical Methods, vol. 48, 26 luglio 2015, p. 141–152, DOI:10.1080/01615440.2015.1007194.
  8. ^ (EN) Grace Alvarez-Altman, Frederick M. Burelbach, Names in Literature: Essays from Literary Onomastics Studies, 1987.
  9. ^ il Nome nel testo – Rivista annuale internazionale di onomastica letteraria, su riviste.edizioniets.com, Pisa, 2016. URL consultato il 3 aprile 2018.
    «La rivista non è il periodico ufficiale dell'associazione "Onomastica e Letteratura". Lingue ufficiali sono, oltre all’italiano, il francese, l’inglese, lo spagnolo e il tedesco».

BibliografiaModifica

  • Caffarelli, E. (1996): L'onomastica personale nella città di Roma dalla fine del secolo XIX ad oggi. Per una nuova prospettiva di cronografía e sociografia antroponimica, Tübingen, Niemeyer.
  • Bologna, A., Studi di letteratura «popolare» e onomastica tra Quattro e Cinquecento,ETS,2007

Voci correlateModifica

Strumenti Internet di ricerca
Onomastiche estere

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 17189 · LCCN (ENsh85094813 · GND (DE4075199-5 · BNF (FRcb119401735 (data) · BNE (ESXX525906 (data)
  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica