Apri il menu principale

La toponomastica è l'insieme dei nomi attribuiti alle entità geografiche (toponimi), ed il loro studio storico-linguistico.

Indice

Importanza storica della toponomasticaModifica

La linguistica storica concentra una grande attenzione sui toponimi perché, ad esempio, le radici di questi ultimi possono risentire poco del passaggio da una lingua alla successiva; in mancanza di rinvenimenti archeologici un nome può essere dunque l'ultima testimonianza di lingue completamente estinte.

L'analisi toponomasticaModifica

L'analisi toponomastica di un territorio avviene in primo luogo attraverso l'individuazione ed il censimento di tutti i toponimi esistenti, ricavati dalla consultazione dei vari registri e planimetrie disponibili, e, quindi, attraverso lo studio dei toponimi storici (in gran parte non più in uso), ricavati da fonti antiche quali catasti storici, atti notarili, archivi parrocchiali e comunali, con eventuale individuazione o ricostruzione del loro significato e origine.

In ItaliaModifica

Il materiale indispensabile per il censimento toponomastico di un territorio in Italia è costituito dai seguenti documenti:

La toponomastica dell'Alto Adige è interessante perché si occupa delle problematiche legate al plurilinguismo ed a quelle dei cambiamenti avvenuti durante il fascismo, mentre quella di Palermo è importante per la ricerca della genesi storica dei nomi locali.

OdonomasticaModifica

Entrando più nello specifico, e cioè trattando il tema che riguarda i nomi delle strade di una particolare zona o località, dal punto di vista della scelta e della genesi del nome stesso (del quale si interessa in particolare l'urbanistica) è più corretto parlare di odonomastica.[1] Tra le odonomastiche più importanti d'Italia quelle di Roma, Bologna, Firenze e la meglio conservata di tutte, quella di Venezia. A quest'ultima si è dedicato, tra gli altri, lo studioso Giuseppe Tassini.

Toponomastica femminileModifica

Dal 2012 è nato in Italia un movimento per valorizzare il contributo delle donne alla crescita della società, attraverso l'intitolazione a nomi femminili di strade, piazze, giardini, parchi, rotonde, piste ciclabili e percorsi pedonali. Successivamente si è costituita l'associazione denominata Toponomastica femminile[2], di cui è fondatrice e presidente Maria Pia Ercolini[3]. Ogni anno vengono organizzati un concorso per le scuole, che ha ricevuto il patrocinio delle istituzioni[4], e un convegno di studi.

NoteModifica

  1. ^ odonomàstica, su treccani.it, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 19 giugno 2016.
  2. ^ Toponomastica femminile, su toponomasticafemminile.com. URL consultato il 19 giugno 2016.
  3. ^ Toponomastica al femminile, su Rai.Radio3. Fahreneit. URL consultato il 19 giugno 2016.
  4. ^ Concorso Nazionale di Toponomastica Femminile, su istruzione.lombardia.gov.it, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca-USR Lombardia. URL consultato il 19 giugno 2016.

BibliografiaModifica

  • Maria Pia Ercolini (a cura di), Donne in città : toponomastica femminile, Roma, Leggendaria, 2012, SBN IT\ICCU\RMS\2668627.
  • Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 1990.
  • L. Cassi, P. Marcaccini, Toponomastica, beni culturali e ambientali. Gli "indicatori geografici" per un loro censimento, Roma, Società Geografica Italiana, 1998.
  • C. C. Desinan, Toponomastica rurale e lettura del territorio, in Enciclopedia Monografica del F.V.G., Aggiornamenti 3, 1978-1986, Udine, 1986.
  • C. C. Desinan, Ermanno Dentesano, Vademecum per la ricerca in toponomastica, Udine, Società Filologica Friulana, 2004.
  • M. Fanti, Le vie di Bologna. Saggio di toponomastica storica e di storia della toponomastica urbana, Bologna, Comune di Bologna, Istituto per la Storia di Bologna, 2000.
  • F. Granucci, Prontuario bibliografico di toponomastica italiana, Firenze, Dipartimento di Linguistica - Università di Firenze, 1988.
  • G. B. Pellegrini, Metodologia dell'indagine antroponimico-toponomastica, in La toponomastica come fonte di conoscenza storica e linguistica, Pisa, Giardini. 1981
  • G. B. Pellegrini, Toponomastica italiana. 10000 nomi di città, paesi, frazioni, regioni, contrade, fiumi, monti spiegati nella loro origine e storia, Milano, Hoepli, 1994 (1990).
  • G. Raimondi, La toponomastica. Elementi di metodo, Torino, Libreria Stampatori, 2003.
  • Gerhard Rohlfs, Toponomastica italiana (Origini, aspetti e problemi), in Studi e ricerche su lingua e dialetti d'Italia, Firenze, Sansoni, 1990.
  • A. Sciarretta, Toponomastica d'Italia. Nomi di luoghi, storie di popoli antichi, Milano, Mursia, 2010.
  • Mario Pei, La meravigliosa storia dei nomi di luogo e di persona, in La meravigliosa storia del linguaggio, Sansoni, 1952.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia
Controllo di autoritàGND (DE4172891-9