Onore di Peverel

L'onore di Peverel (in inglese Honour of Peverel, noto anche come Feudal Barony of the Peak[1]) è un onore, cioè un insieme di manieri, dell'Inghilterra settentrionale, che comprendeva parte della baronia feudale storica posseduta dalla famiglia normanna Peverel.[2][3][4] L'onore era stato assegnato a Guglielmo Peverel (circa 1050 - circa 1115) da Guglielmo il Conquistatore.

Peveril Castle (noto anche come Castleton Castle o Peak Castle), in principio il capoluogo dell'onore di Peverel[1], è ora un castello tardo-medioevale in rovina, che sovrasta il villaggio di Castleton nel Derbyshire

Gli storici ipotizzano che Peverel fosse figlio illegittimo di Guglielmo il Conquistatore, ma non vi sono prove evidenti di questo[5].

L'onore è registrato nel Domesday Book del 1086 e consisteva di vasti territori, comprendendo 162 manieri, tra i quali i principali erano:

Il figlio di William Peverel, Guglielmo Peverel il Giovane, ereditò l'onore, ma, accusato di tradimento dal re Enrico II, vi rinunciò e il re lo cedette quindi a Ranulph de Gernon, IV conte di Chester, che però morì prima di poterne prendere possesso.

In letteraturaModifica

La storia dei Peverel costituì la base per la novella storica Peveril of the Peak, di Sir Walter Scott, ambientata nel XVII secolo e pubblicata nel 1823.

NoteModifica

  1. ^ a b I. J. Sanders, English Baronies, Oxford, 1960, p.136.
  2. ^ Pagan Peverel: Un crociato anglo-normanno
  3. ^ ORIGINI GALLESI DELLA FAMIGLIA PEVEREL-WARIN http://www.ancientwalesstudies.org/id50.html
  4. ^ Baroness Melette (Maud) Peverell, Heiress of Whittington
  5. ^ George E. Cokayne, other authors, The Complete Peerage (extant, extinct or dormant), Volume 4, 4th Edition, 1887-98, pp. 767-768. URL consultato il 13 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 3 ottobre 2011).

Voci correlateModifica