Apri il menu principale
 

Orazio Comes (Monopoli, 11 novembre 1848Portici, 13 ottobre 1917) è stato un botanico italiano.

Diresse dal 1906 sino al 1917 l'Istituto superiore agrario di Portici, nel quale già dal 1877 aveva cominciato ad insegnare grazie a Vincenzo Cesati come assistente di Nicola Pedicino per la cattedra di botanica, al quale successe nel 1880[1].

Dei suoi scritti, si ricordano quelli inerenti alla fisiologia e la patologia vegetale dei funghi del Napoletano e delle piante agrarie, quali il fagiolo e il tabacco.

Nel 1958 gli viene intitolato il museo botanico presente nel sito reale di Portici[2].

Ad Orazio Comes sono intitolate inoltre un plesso dell'Istituto comprensivo Da Vinci Comes di Portici[3], una piazzetta situata in una traversa di via Diaz (Portici)[4] e un Istituto Comprensivo a Monopoli (BA) "M. Jones - O. Comes", il cui plesso "O. Comes" è situato precisamente nella vicina contrada di Antonelli[5].

Indice

OpereModifica

  • Observations on some species of Neapolitan fungi. Grevillea 7 (43): 109-114 [Nº 1-7]
  • Illustrazione delle piante rappresentate nei dipinti pompeiani, 1879
  • Botanica generale ed agraria, 1884
  • Crittogamia agraria, 1891
  • La profilassi nella patologia vegetale, 1916

NoteModifica

  1. ^ Dizionario biografico degli italiani.
  2. ^ Museo Botanico Orazio Comes, su www.centromusa.it. URL consultato il 19 giugno 2018.
  3. ^ Plesso Comes – IC2 da Vinci Comes, su www.davincicomes.gov.it. URL consultato il 19 giugno 2018.
  4. ^ Piazzetta Comes, Portici, su OpenStreetMap. URL consultato il 19 giugno 2018.
  5. ^ Istituto Comprensivo Melvin Jones-Orazio Comes, su www.icjonescomes.it. URL consultato il 19 giugno 2018.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Comes è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da Orazio Comes.
Elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI
Consulta la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.
Controllo di autoritàVIAF (EN63826404 · ISNI (EN0000 0000 7858 2398 · LCCN (ENno2008116310 · BNF (FRcb102659233 (data) · WorldCat Identities (ENno2008-116310