Apri il menu principale

Orazio Solimena (16901789) è stato un pittore italiano.

BiografiaModifica

Nipote del pittore Francesco Solimena, detto l'Abbate Ciccio (4 ottobre 1657- 5 aprile 1747), e di Angelo Solimena (1629-1716), è l'autore che chiude la dinastia dei grandi pittori nocerini. La sua opera si differenzia da quella dei famosi parenti perché, seppur di formazione barocca, sente profondamente i dettami del nascente gusto neoclassico.

In virtù dei suoi successi, Francesco Solimena, non volle che il nipoteo si adoperasse nel mestiere della pittura e lo indirizzò verso gli studi di legge. Orazio conseguì il titolo di dottore in diritto ecclesiastico. Ma la vocazione familiare si fece sentire presto e, ispirato da Gaspare Traversi, Orazio cominciò ad intraprendere la sua attività preferita. Tuttavia non raggiunse, in vita, la fama internazionale dei suoi illustri parenti.

L'opera principale di Orazio si svolge nella sua città adottiva, soprattutto per commissioni nei conventi di Santa Chiara e Sant'Anna (dove sono presenti opere di tutte e tre gli artisti).

Opere principaliModifica

Collegamenti esterniModifica