Orticaria colinergica

forma di orticaria dove si manifestano alterazioni delle vie colinergiche
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Orticaria colinergica
WP 20120924 8.jpg
Eruzione di orticaria colinergica su un braccio
Specialitàdermatologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
eMedicine1049978

L’ orticaria colinergica è una forma di orticaria dove si manifestano alterazioni delle vie colinergiche.

SintomatologiaModifica

I sintomi e i segni clinici sono la comparsa di pomfi e/o chiazze rosse e prurito nelle zone interessate che di solito sono collo, torace e schiena. Questi sintomi tendono a diminuire durante la stagione estiva nella maggior parte dei casi.

EziologiaModifica

Il fattore scatenante dell’orticaria colinergica è dovuto, nella maggior parte dei casi, nel momento in cui si sta per sudare, che può essere indotto da normali fattori fisiologici, come ad esempio: ansia, attività fisica, imbarazzo, paura, caldo, ecc. L’orticaria colinergica è causata da un rilascio di istamina, nel momento in cui si sta per sudare (ma non si suda), dovuto all’attivazione anomala dei mastociti. Questo comportamento dei mastociti è causato da un’elevata quantità di acetilcolina (da qui il nome colinergica), rilasciata normalmente per attivare le ghiandole sudoripare. Queste ghiandole, nei soggetti affetti da orticaria colinergica, sono inibite, poiché i loro pori sono ricoperti da un eccessivo strato di epidermide, cosicché da non rispondere al segnale dell’acetilcolina, la quale viene prodotta ulteriormente per via della mancanza di secrezione di sudore da parte delle ghiandole sudoripare, così da indurre al rilascio di istamina da parte dei mastociti.

EsamiModifica

Oltre all'anamnesi si effettua il test di Mecholyl, esame in cui si inietta una sostanza (la metacolina) nella persona e si vede la reazione (comparsa di altri pomfi). Ultimamente a tale esame è preferito quello di sforzo che è più preciso.

TerapiaModifica

La terapia più diffusa è la fototerapia con raggi UVB, la quale rallenta la crescita degli strati più esterni dell’epidermide, favorendo la riapertura dei pori delle ghiandole sudoripare. Una terapia naturale è quella di esporsi ai raggi solari durante la stagione estiva. Queste terapie hanno risolto i sintomi dell’orticaria colinergica nella maggior parte dei casi. La terapia con antistaminici non è molto efficace.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina