Overdrive (meccanica)

Overdrive

L'overdrive è un sistema meccanico collegato al cambio di una autovettura che incrementa il rapporto di trasmissione. Solitamente è formato da ingranaggi, una frizione e un motore elettrico.

FunzioneModifica

Permette a un'automobile di viaggiare ad alta velocità, riducendo i giri del motore e portando a un risparmio di carburante (permettendo al motore di funzionare nella zona di maggiore efficienza energetica di carico e regime), a una minore rumorosità e a un'inferiore usura delle parti in movimento.
Qualora il cambio venga progettato per funzionare assieme all'overdrive, è possibile raddoppiare le marce e inserire l'overdrive per ottenere una marcia intermedia prima di passare al rapporto superiore.

EvoluzioneModifica

Tale sistema non viene più utilizzato sugli autoveicoli, sostituito da una marcia aggiuntiva al cambio la quale, per via del suo rapporto di trasmissione, non permette al motore di sfruttare appieno la marcia per via dell'elevato attrito del mezzo che si genera con la viscosità dell'aria all'aumento della velocità rispetto alla potenza del motore e in modo del tutto analogo replica i benefici dell'overdrive.

Questo fa sì che oltre a ridurre il numero di parti lungo la trasmissione, aumentandone quindi l'affidabilità, si riducono anche il numero di passaggi e zone d'attrito, migliorandone così l'efficienza energetica, di contro si perde la possibilità di allungamento con le marce intermedie.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria