Apri il menu principale

Il paggio era un giovinetto di nobile famiglia, che servendo a principi e a grandi cavalieri, apprendeva le discipline militari per essere quindi promosso a cariche di rango nell'esercito. Nell'ambiente milanese dell'epoca postrinascimentale era anche denominato "Luigio".

Ottorino Davoli, Il paggio

Professione in uso da tempo antichissimo, fu mantenuta per molti secoli, specialmente nelle corti.

Si chiamava paggio anche il giovane servente, non nobile, di barone o di uomo d'arme, che serviva per mercede ed aveva cura dei cavalli e delle armi del suo signore.

Nella marina da guerra veneziana invece erano detti paggi gli apprendisti della galea, ed erano addetti al maestro ramiere, o armaiolo, o barilaro, o dispensiere o calafato, che costituivano lo stato minore tecnico.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica