Palazzo Gambacorti

palazzo di Pisa, Italia
Palazzo Gambacorti
Pisa-lungarno03.jpg
Palazzo Gambacorti
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàPisa
IndirizzoLungarno Gambacorti
Coordinate43°42′56.02″N 10°24′04.25″E / 43.71556°N 10.40118°E43.71556; 10.40118Coordinate: 43°42′56.02″N 10°24′04.25″E / 43.71556°N 10.40118°E43.71556; 10.40118
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1370 - 1392
Stilegotico
Usomunicipio
Realizzazione
CommittentePietro Gambacorti

Palazzo Gambacorti è un edificio storico di Pisa.

È uno dei più famosi palazzi sul Lungarno di Pisa. Realizzato tra il 1370 e il 1392, si trova sul Lungarno Gambacorti, tra le vie Toselli e Degli Uffizi, presso l'imbocco a sud del Ponte di Mezzo.

StoriaModifica

Fu edificato su incarico di Pietro Gambacorti, forse su progetto di Tommaso Pisano. La famiglia Gambacorti faceva parte della ricca nobiltà mercantile pisana, con vasti possedimenti in Valdera.

La facciata trecentesca è in stile gotico, con eleganti bifore. Sul retro esiste anche una facciata seicentesca, con alti finestroni con timpani semicircolari e un bel portale con lo stemma mediceo.

Fu durante il Quattrocento che il palazzo cambiò destinazione, divenendo sede, anziché privata, di una magistratura pubblica, i Consoli del Mare, della Dogana e successivamente dei Priori cittadini. Nel 1533 tornò privato, passando alla famiglia Del Tignoso, i quali lo ingrandirono inglobando dall'interno i due edifici ai due lati, che ancora oggi fanno parte del complesso ma dall'esterno appaiono come edifici diversi. Nel Settecento i Lorena lo ripresero e vi posero le Magistrature. Nell'Ottocento ospitò l'Archivio di Stato, la Caserma del Corpo dei Pompieri e della Guardia Comunale.

Oggi è sede dell'Amministrazione comunale.

All'interno si trovano affreschi celebranti le vittorie marittime di Pisa.

Galleria d'immaginiModifica

BibliografiaModifica

  • Pisa Case Torri, Collana CD guide, Cld e Leadernet, Pisa 1999.
  • Roberto Pasqualetti (a cura di), Palazzo Gambacorti a Pisa. Un restauro in cantiere, Milano, Electa, 1998, ISBN 8843563556.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN248737269 · WorldCat Identities (ENviaf-248737269