Apri il menu principale
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Palonosetron
Palonosetron structure.svg
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC19H24N2O
Massa molecolare (u)296,19
Numero CAS135729-61-2
PubChem6337614
DrugBankDB00377
Indicazioni di sicurezza

Palonosetron (nome commerciale Aloxi) è un antagonista 5-HT3 utilizzato nella prevenzione e nel trattamento della nausea e del vomito indotti dalla chemioterapia (CINV). È usato per il controllo della nausea e vomito ritardati di CINV e ci sono dati provvisori che suggeriscono che potrebbe essere più efficace del granisetron.[1]

Il Palonosetron viene somministrato per via endovenosa, in dose singola, 30 minuti prima della chemioterapia,[2] o come singola capsula orale un'ora prima della chemioterapia.[3] Ha una durata d'azione più lunga rispetto ad altri antagonisti 5-HT3. La formulazione orale è stata approvata il 22 agosto 2008 per la prevenzione della CINV acuta da sola, poiché un ampio studio clinico non mostrava che la somministrazione orale fosse efficace quanto l'uso endovenoso nei confronti del CINV ritardato.

La combinazione orale di netupitant / palonosetron è approvata sia per CINV acuto che ritardato.

Indice

Effetti collateraliModifica

Gli effetti indesiderati più comuni sono il mal di testa, che si verifica nel 4-11% dei pazienti e la stitichezza fino al 6% dei pazienti. In meno dell'1% dei pazienti si verificano altri disturbi gastrointestinali, insonnia, blocco atrioventricolare di primo e secondo grado, dolore muscolare e mancanza di respiro. Il Palonosetron è ben tollerato, sebbene leggermente meno del placebo.

InterazioniModifica

Il Palonosetron non inibisce o induce in modo rilevante gli enzimi epatici del citocromo P450. Ci sono segnalazioni di casi riguardanti la sindrome serotoninergica quando il farmaco è combinato con sostanze serotoninergiche come inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI) e inibitori del reuptake della serotonina-noradrenalina (SNRI), due tipi comuni di antidepressivi.[4]

FarmacologiaModifica

Meccanismo d'azioneModifica

Il Palonosetron è un antagonista 5-HT3, comunemente noto come setron. Questi farmaci agiscono bloccando la serotonina dal legame con il recettore 5-HT3.

FarmacocineticaModifica

Il palonosetron assunto per via orale viene assorbito bene dall'intestino e ha una biodisponibilità del 97%. I livelli plasmatici più elevati vengono raggiunti dopo 5,1 ± 1,7 ore, indipendentemente dall'assunzione di cibo, e il legame con le proteine plasmatiche è del 62%. Il 40% della sostanza viene eliminato nella forma immodificata e un ulteriore 45-50% viene metabolizzato dall'enzima epatico CYP2D6 e in misura minore da CYP3A4 e CYP1A2. I due principali metaboliti, l'N-ossido e un derivato idrossilico, hanno meno dell'1% dell'effetto antagonista del palonosetron e sono quindi praticamente inattivi.

Palonosetron e i suoi metaboliti sono principalmente (all'80-93%) eliminati attraverso il rene. L'emivita biologica in soggetti sani è stata di 37 ± 12 ore in uno studio e di 48 ± 19 ore in pazienti oncologici. Nel 10% dei pazienti l'emivita supera le 100 ore. La maggior parte degli altri mercati, i neutroni hanno emivite nell'intervallo da 2 a 15 ore.

 
I principali metaboliti di palonosetron, palonosetron N-ossido (a sinistra) e 6S-idrossi-palonosetron (a destra)[5]

ChimicaModifica

La sostanza è solida a temperatura ambiente e si scioglie dagli 87 fino agli 88 °C.[6] Le infusioni e le capsule contengono palonosetron cloridrato[4], che è anche un solido. Il cloridrato è facilmente solubile in acqua, solubile in glicole propilenico e leggermente solubile in etanolo e alcol isopropilico.[7][8]

La molecola ha due atomi di carbonio asimmetrici. È usato nella forma del puro (S, S) -stereoisomero.

NoteModifica

  1. ^ A. Billio, E. Morello e M.J. Clarke, Serotonin receptor antagonists for highly emetogenic chemotherapy in adults., in The Cochrane Database of Systematic Reviews, nº 1, 20 gennaio 2010, pp. CD006272, DOI:10.1002/14651858.CD006272.pub2, PMID 20091591.
  2. ^ A. De Leon, Palonosetron (Aloxi): a second-generation 5-HT(3) receptor antagonist for chemotherapy-induced nausea and vomiting, in Proceedings (Baylor University. Medical Center), vol. 19, nº 4, 2006, pp. 413–6, PMC 1618755, PMID 17106506.
  3. ^ Waknine, Yael, FDA Approvals: Nplate, Aloxi, Vidaza, Medscape, 4 settembre 2008. URL consultato il 4 settembre 2008.
  4. ^ a b H. Haberfeld (a cura di), Austria-Codex, Vienna, Österreichischer Apothekerverlag, 2015.
  5. ^ (EN) Akynzeo: Summary of Product Characteristics (PDF), European Medicines Agency. URL consultato il 12 luglio 2016.
  6. ^ The Merck Index: An Encyclopedia of Chemicals, Drugs, and Biologicals, 14ª ed., Merck & Co, 2006, p. 1206, ISBN 978-0-911910-00-1.
  7. ^ (DE) V. Dinnendahl e U. Fricke (a cura di), Arzneistoff-Profile, vol. 7, 23ª ed., Eschborn, Germany, Govi Pharmazeutischer Verlag, 2010, ISBN 978-3-7741-9846-3.
  8. ^ Chemistry Revire – Aloxi (Palonosetron HCl) Capsules, 0.5 mg (PDF), Center for Drug Evaluation and Research, 13 agosto 2008.