Paolo Rainaldi

vescovo cattolico
Paolo Rinaldi
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Natoa Bazzano
Nominato vescovo30 luglio 1349 da papa Clemente VI
Deceduto25 gennaio 1377 all'Aquila
 

Paolo Rainaldi (Bazzano, ... – L'Aquila, 25 gennaio 1377) è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Di nobile famiglia di Bazzano (secondo alcuni appartenente alla famiglia Dragonetti e figlio di Rainaldo), fu prevosto della chiesa parrocchiale di Santa Giusta. Il 30 luglio 1349 fu nominato vescovo dell'Aquila da papa Clemente VI, subito prima che nel mese di settembre la città fosse colpita da un violentissimo terremoto. Nel periodo post-sisma il vescovo e il conte Lalle I Camponeschi, signore della città, riuscirono a governare la situazione, sventando un abbandono della città e portando avanti la ricostruzione. Fu durante il suo episcopato che fu fissata con precisione al 10 giugno la commemorazione di San Massimo d'Aveia, patrono dell'Aquila.

Il 10 maggio 1353 fu però nominato da papa Innocenzo VI vescovo di Ascoli Piceno al posto di, Isacco Bindi, che lo sostituì a capo della diocesi aquilana. Nel giugno 1355, tuttavia, i vescovi furono nuovamente invertiti al vertice delle due diocesi. Continuò a esercitare la sua funzione episcopale fino alla morte, avvenuta nel 1377, e fu seppellito in una cappella per lui eretta nella cattedrale cittadina.

BibliografiaModifica

  • Angelo Signorini, La Diocesi di Aquila descritta ed illustrata, vol. 2, Tip. Grossi, 1868, pp. 27-34.
  • Giornale araldico, genealogico, diplomatico italiano, tomo secondo, Pisa, Tip. Cappelli, 1875, p. 27.