Apri il menu principale

Parco della Cittadella di Ancona

Parco della Cittadella
Ancona - Parco Cittadella (30).jpg
Parco del Cittadella - pianta del percorso per non vedenti ed ipovedenti
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàAncona
IndirizzoVia Circonvallazione, Rione Capodimonte
Caratteristiche
AperturaTutti i giorni dall'alba al tramonto secondo gli orari indicati agli ingressi
IngressiVia Circonvallazione, Via Cittadella
Noteil parco è realizzato all'interno delle mura dell'antico campo trincerato cinquecentesco di Ancona
Sito web

Ad Ancona, sulla sommità del colle Astagno ed all'interno dell'antico campo trincerato si trova il Parco della Cittadella, che prende il nome dall'adiacente Cittadella, cinquecentesca, sovrastante la città ed il porto di Ancona.
Il parco venne aperto negli anni Settanta ed inizialmente era collegato alla Cittadella vera e propria con una scala. È prevista l'estensione del parco anche nell'area del monumento da cui prende nome, quando questo sarà integralmente restaurato.

CaratteristicheModifica

La struttura del parco risente dell'origine militare dell'area, infatti i camminamenti e le opere in esso presenti sono generalmente incassati, come la vecchia polveriera napoleonica "Beato Amedeo", o coperte da terrapieni rialzati per proteggerle dall'osservazione terrestre.
Accanto al parco si trova anche un'area esterna riservata ai cani e poco distante un altro parco, quello del Pincio.
All'interno del parco ci sono anche un bar, un'area giochi per bambini e un percorso atletico con attrezzature realizzate in legno e metallo per fare esercizi; inoltre su appositi corrimano ci sono targhe per illustrare le varie piante presenti, anche in braille per i non vedenti.
In questo settore le piante stesse sono state scelte perché ciascuna di esse emana un diverso profumo risultando quindi interessanti anche per chi non vede.

Il parco è assiduamente frequentato ed ospita anche alcune manifestazioni, il verde è abbondante e sono presenti anche saliscendi oltre che tratti pianeggianti, rendendolo un luogo ideale per chi intende tenersi in forma correndo su percorsi misti, con tratti di vegetazione che danno l'impressione di trovarsi in un vero bosco.
Purtroppo la mancanza di fondi impedisce il pieno recupero di alcune opere, come la polveriera, cosa che costringe a tenerle chiuse al pubblico mentre potrebbero ospitare convegni e mostre.

Eventi bellici ottocenteschiModifica

L'attuale Parco della Cittadella è l'ex campo trincerato del confinante Forte di Cittadella, che furono interessati dagli eventi bellici del periodo di dominazione francese, della Repubblica Romana nel 1849 e dell'unità d'Italia nel 1860.
Le lesioni belliche dovute a cannonate a palla e coniche sono ancora evidenti sulle mura del parco, particolarmente all'ingresso e in Via Circonvallazione tra i numeri 5 e 7, come risulta dall'esame delle foto sottostanti.
Il campo trincerato risulta cannoneggiato da almeno 12 pezzi rigati del IV corpo d'armata durante l'assedio di Ancona del 1860[1] e la presenza di danni alle mura di tipo conico si possono presumibilmente dedurre sia dalla forma di molte lesioni, terminanti con un piccolo incavo a forma conica, che dalla presenza al centro delle lesioni stesse di residui metallici, che potrebbero essere la punta dei nuovi proiettili conici, mai usati durante i precedenti assedi.
Altre lesioni belliche ottocentesche si possono osservare in:
Lazzaretto di Ancona
Porta Pia
Arco di Traiano
Duomo di Ancona.

Immagini mura cannoneggiateModifica

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ "L'Investimento e la presa di Ancona" - Massimo Coltrinari - Edizioni Nuova Cultura - Roma - 2010 - pag. 122

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica