Paschase Broët

gesuita francese

Paschase Broët (Bertrancourt, 1500? – Parigi, 14 settembre 1562) è stato un gesuita francese.

BiografiaModifica

Originario della Piccardia, studiò ad Amiens e venne ordinato prete il 12 marzo 1524. Dopo un'esperienza come parroco, nel 1534 si trasferì a Parigi. Insieme a Jean Codure e a Claude Jay fece gli esercizi spirituali sotto la guida di Pierre Favre e decise di unirsi alla comunità di Ignazio di Loyola.[1] Svolse intenso apostolato a Siena e a Faenza;[2] nel 1542, per alcuni mesi, fu con Alfonso Salmerón legato papale in Irlanda al tempo dello scisma di Enrico VIII.[3] Nel 1552 venne nominato preposito provinciale per la Francia: assistendo gli appestati a Parigi durante l'epidemia del 1562, contrasse il morbo che lo portò alla morte.

NoteModifica

  1. ^ J.W. O'Malley, op. cit., p. 38.
  2. ^ J.W. O'Malley, op. cit., p. 188.
  3. ^ J.W. O'Malley, op. cit., p. 301.

BibliografiaModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN32807180 · ISNI (EN0000 0000 7989 6372 · CERL cnp00406184 · WorldCat Identities (ENviaf-32807180