Apri il menu principale

La paternità responsabile è un concetto della morale sessuale della Chiesa cattolica, espresso per la prima volta nell'enciclica Humanae Vitae di Paolo VI con l'espressione "paternità responsabile"[1].

Tale concetto afferma che nel caso in cui nella coppia o nella famiglia vengano meno le condizioni fisiche, economiche, psicologiche e sociali necessarie per la serena crescita e lo sviluppo di un nuovo individuo, sia doverosa da parte della coppia la decisione di rimandare anche a tempo indeterminato una nuova nascita. Sempre nella stessa enciclica si afferma quindi che, secondo la visione cattolica, così come è un atto d'amore e di responsabilità verso Dio la decisione di avere un figlio, allo stesso tempo lo è la decisione di rimandare la nascita di una nuova vita se le condizioni della famiglia ne costituiscono un ostacolo.[2]

NoteModifica

  1. ^ Lettera enciclica "Humanae Vitae", su vatican.va. URL consultato il 27 settembre 2012.
  2. ^ La paternità e la maternità responsabile Archiviato il 26 ottobre 2008 in Internet Archive. - cristomaestro.it