Peribea

personaggio della mitologia greca, moglie di Polibo
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Peribea (disambigua).
Peribea
Merope
SagaCiclo Tebano
Nome orig.Περίβοια (Períboia)
Lingua orig.Greco antico
SessoFemmina
ProfessioneRegina di Corinto

Peribea (in greco antico: Περίβοια, Períboia), o Merope è un personaggio della mitologia greca. Fu regina di Corinto.

GenealogiaModifica

Sposò Polibo[1] e adottò Edipo[1].

Non sono noti nomi di genitori, parentele o altra progenie

MitologiaModifica

Afflitta dalla sterilità, scorse sulla spiaggia il piccolo Edipo che fu in precedenza abbandonato dal padre Laio in mare e lo tenne con sé.
Un'altra versione ugualmente nota vuole Edipo ritrovato da un pastore di Corinto sulle pendici del monte Citerone, abbandonato sempre dal padre Laio. Poiché i suoi sovrani non avevano figli, il pastore lo affidò loro. Peribea e Polibo lo crebbero come se fosse un loro figlio. Soltanto alla sua morte, Peribea lasciò una lettera al figlio rivelandogli la verità[1].

Apollodoro aggiunge che il nome dato al bambino, Edipo "piedi gonfi" fosse dovuto al fatto di averlo trovato coi piedi tragitti da uno spillone, o deturpati da stretti legacci.[2].

NoteModifica

  1. ^ a b c Igino, Fabulae, 66
  2. ^ (EN) Apollodoro, Biblioteca III, 5.7, su theoi.com. URL consultato il 23 giugno 2019.
  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Mitologia greca