Pico (mitologia)

personaggio della mitologia romana
Pico e Circe, in un dipinto seicentesco di Luca Giordano

Pico è una divinità venerata dagli antichi Latini.

Il mitoModifica

Il suo mito ci è tramandato da Ovidio e Virgilio. Fu uno dei primi re del Lazio, figlio di Saturno e Feronia, regnò e fondò Alba Longa e fondò la città di Laurentum[1].

Un giorno, andando a caccia sul monte Circeo, fu scorto dalla maga Circe che se ne innamorò. Avendo rifiutato l'amore della maga, fu da questa trasformato in un picchio, animale sacro al dio Marte [2].

Sua moglie, la ninfa Canente, da cui aveva avuto Fauno, aspettò invano che tornasse a casa e finì per morire sulla riva del Tevere.

NoteModifica

  1. ^ Virgilio, Eneide, VII, 190.
  2. ^ Ovidio, Metamorfosi, XIV, 320-434.

FontiModifica

Collegamenti esterniModifica