Apri il menu principale
Piero Castiglioni

Piero Castiglioni (Lierna, 1944) è un architetto italiano.Castiglioni è considerato uno dei massimi esponenti mondiali dell'Lighting design[1].

Indice

BiografiaModifica

Nato con il nome Pietro Maria, ma detto Piero, Castiglioni si laurea in architettura nel 1970 Milano, progetta nel suo studio di Milano, dedicandosi quasi esclusivamente alla progettazione illuminotecnica (palazzi, gallerie d'arte, musei, aree urbane, illuminazione pubblica e di esterni, abitazioni private, showrooms). Nel 1968 e nel 1973 consegue il diploma di collaborazione, rispettivamente alla XIV e XV Triennale di Milano.

Nel 1972 partecipa a New York, presso il "Museum of Modern Art", alla mostra "Italy: the new domestic landscape" in collaborazione con Ugo La Pietra. Dal 1973 al 1979 diviene contitolare dello studio in Via Presolana con il padre Livio Castiglioni[2] figlio dello scultore Giannino Castiglioni e fratello di Achille Castiglioni e Piergiacomo Castiglioni. Viene progettata l'illuminazione di molte gallerie d'arte e musei internazionali, sia pubbliche che private, catene alberghiere, uffici, showrooms, negozi, abitazioni, mostre temporanee in Italia e all'estero.

 
La Scintilla, Fontana Arte 1972. Apparecchio di illuminazione su cavo.

Gli apparecchi illuminanti, in esecuzione speciale sono realizzati artigianalmente in piccola serie. Il sistema "Scintilla", progettato insieme al padre Livio Castiglioni e prodotto da FontanaArte, è frutto dell’esperienza maturata in questi anni.

Nel 1979 dopo la morte del padre Livio Castiglioni, l'attività dello studio continua nella stessa sede. All'attività di progettazione nel corso degli anni viene affiancata l'attività di consulente per diversi enti, comuni, aziende e case produttrici di apparecchi illuminanti tra i quali ricordiamo Fontana Arte[3], iGuzzini[4], Stilnovo, Venini, Castaldi Lighting, Platek,

La docenza universitaria presso il Politecnico di Milano[5], la facoltà di Architettura dell'Università di Ginevra, la Domus Accademy di Milano e l'Accademia di Brera, l'attività letteraria tra cui direttore della rivista Flare-architectural lighting megazine (1989-2009) e coautore di libri e manuali di illuminotecnica e l'attività scientifica tra le quali membro Plda (Professional Lighting Design Association), membro Apil (Associazione Professionisti di Illuminazione) del quale ricopre la carica di presidente 2005-2008, socio Aidi (Associazione Italiana di Illuminazione) corredano un'attività ormai cinquantennale.

Dagli anni ottanta la collaborazione con architetti internazionali porta a grandi viaggi e alla progettazione illuminotecnica per importanti complessi architettonici, di rilevanza mondiale, come ad esempio i primissimi Museo d'Orsay di Parigi, il Centro George Pompidou di Parigi, Palazzo Grassi a Venezia, Museu nacional d'art de Catalunya a Barcellona fino alla Chiesa sul Sangue Versato a San Pietroburgo nel 2005 o i Fori Imperiali a Roma nel 2012 fino ai più attuali Complesso Garibaldi Porta Nuova del 2013 o San Pellegrino Factory and Headquarters del 2018.

Numerosissime sono anche le esposizioni temporanee nelle quali è stata progettata e curata l'illuminazione (circa 200).

L'attività svolta dallo studio Castiglioni si è avvalsa e avvale tuttora di figure professionali qualificate, che in alcuni casi hanno iniziato il precorso formativo come lighting designers per poi affermarsi come professionisti del settore della luce. Attualmente collaborano Marco Petrucci come senior lighting designer e Mauro Zani come ingegnere specializzato nella progettazione illuminotecnica.

Oggetti di designModifica

  • Sistema Scintilla (da terra, da tavolo, su cavo, a plafone) prod. da FontanaArte
  • Sistema Parola (da terra, da tavolo, da parete, sospensione) prod. da FontanaArte
  • Sistema Sillaba (da tavolo, da parete, incasso, a plafone) prod. da FontanaArte
  • Sistema Cestello (da terra, da parete, incasso) prod. iGuzzini
  • Sistema Microcestello (da terra, da parete, incasso) prod. iGuzzini
  • Platea prod. iGuzzini
  • Radius prod. iGuzzini
  • Sistema Glim Cube (picchetto, parete, incasso, stradale) prod. Guzzini
  • Sistema Higgs (lampadario, da terra, da tavolo) prod. Promemoria

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Le Illuminazioni di Piero Castiglioni ] La stampa, 8 giugno 2011
  2. ^ Livio e Piero Castiglioni | Bottega Ghianda, su bottegaghianda.com. URL consultato il 27 marzo 2019.
  3. ^ Piero Castiglioni, su FontanaArte, 22 marzo 2015. URL consultato il 27 marzo 2019.
  4. ^ iGuzzini - Storia - La memoria del futuro, su iguzzini.com.
  5. ^ POLI.design, [Lighting Design & Led Technology] Testimonianze dei Docenti - Piero Castiglioni, 9 aprile 2014. URL consultato il 27 marzo 2019.

BibliografiaModifica

  • Dario Scodeller, Livio e Piero Castiglioni. Il progetto della luce, Mondadori Electa, 2003.
  • Piero Castiglioni, Bruno Munari, Uno spettacolo di luce, Zanichelli, 1984
  • Piero Castiglioni, Giuseppe Biondo, Lux: Italia 1930-1990. L'architettura della luce, Skira, 1991.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN96357580 · ULAN (EN500092467