Pierre Antonini

astronomo francese
Asteroidi scoperti[1][2]: 35
10925 Ventoux 28 gennaio 1998
11147 Delmas 6 dicembre 1997
11675 Billboyle 15 febbraio 1998
13411 OLRAP 31 ottobre 1999
14533 Roy 24 agosto 1997
15899 Silvain 3 settembre 1997
16892 Vaissière 17 febbraio 1998
20242 Sagot 27 febbraio 1998
(23784) 1998 QW15 22 agosto 1998
(24170) 1999 WB13 29 novembre 1999
(26206) 1997 PJ4 11 agosto 1997
(26961) 1997 OY1 29 luglio 1997
(26979) 1997 UR9 29 ottobre 1997
(28021) 1998 BP6 22 gennaio 1998
(29677) 1998 XL17 15 dicembre 1998
(31223) 1998 BJ30 28 gennaio 1998
(31255) 1998 DL27 27 febbraio 1998
(33094) 1997 YG5 23 dicembre 1997
(35675) 1998 XK17 15 dicembre 1998
(37838) 1998 DF 17 febbraio 1998
(39868) 1998 DM27 27 febbraio 1998
(40765) 1999 TF16 10 ottobre 1999
(41207) 1999 WK9 29 novembre 1999
(46772) 1998 HD8 21 aprile 1998
(52585) 1997 ON2 29 luglio 1997
(58669) 1997 YF5 20 dicembre 1997
(65892) 1998 BH30 28 gennaio 1998
(66849) 1999 VM8 4 novembre 1999
(74378) 1998 XH11 8 dicembre 1998
(79426) 1997 QZ 24 agosto 1997
(90983) 1997 XU5 6 dicembre 1997
(96343) 1997 RS1 3 settembre 1997
(100546) 1997 EU32 13 marzo 1997
(100977) 1998 QJ26 25 agosto 1998
(155437) 1998 DE 17 febbraio 1998

Pierre Antonini (...) è un astronomo francese.

Antonini lavora all'osservatorio di Bédoin. Il Minor Planet Center gli accredita la scoperta di trentacinque asteroidi, effettuate tra il 1997 e il 1999. Ha anche scoperto le supernovae SN 2000B[3] e SN 2001dd[4].

Gli è stato dedicato l'asteroide 12580 Antonini.[5]

NoteModifica

  1. ^ Lista alfabetica degli scopritori di asteroidi, IAU Minor Planet Center. URL consultato il 17 dicembre 2010.
  2. ^ Dati aggiornati al 17 dicembre 2010.
  3. ^ Bollettino della scoperta di SN2000B, IAU Minor Planet Center. URL consultato il 17 dicembre 2010.
  4. ^ Bollettino della scoperta di SN2001dd, IAU Minor Planet Center. URL consultato il 17 dicembre 2010.
  5. ^ Lutz D. Schmadel, Dictionary of minor planet names (pagina 786), su books.google.it. URL consultato il 18 dicembre 2010.

Collegamenti esterniModifica