Pietre runiche di Orkesta

Le Pietre runiche di Orkesta sono un gruppo di pietre runiche dell'XI secolo incise in antico norreno conservate nella chiesa di Orkesta sita a nord-est di Stoccolma, Svezia.

Chiesa di Orkesta.

Alcune di questa pietre sono stare erette da, o in memoria di, Ulf di Borresta, un vichingo svedese che rientrò in patria dopo tre danegeld in Inghilterra. I leader delle tre spedizioni furono Skagul Toste (Tosti), Thorkell l'Alto (Þorketill) e Canuto il Grande (Knútr). Ulf di Borresta eresse anche le pietre runiche di Risbyle e fu menzionato nella pietra runica U 343 andata perduta.

 
U 333.

Traslitterazione in caratteri latini

modifica

usnekin ' uk ' sikne(o)t ' uk ' sihuiþ(r) ' lata ' reis(a) s(t)iin ' eft[R '] b[r](u)s(a) ' faþur sin

Trascrizione in antico norreno

modifica

Osnikinn ok Signiutr ok Sigviðr lata ræisa stæin æftiR Brusa, faður sinn.

Traduzione in Italiano

modifica

Ósníkinn e Signjótr e Sigviðr eressero questa pietra in memoria di Brúsi, loro padre.

 
U 334.

Traslitterazione in caratteri latini

modifica

(k)u[þs]n[o]n--þ[a]... stiain ' iftiR ' fa[þu]- ...[n] (b)iaorn * u(k) moþur * siena ' ...(f)(t)(n)-... ...-bi sialu ... [kt]il * risti

Trascrizione in antico norreno

modifica

... stæin æftiR faðu[r] [si]nn Biorn ok moður sina ... [hial]pi sialu ... Kætill risti.

Traduzione in Italiano

modifica

... la pietra in memoria di suo padre Bjôrn e di sua madre ... possa aiutare l'anima ... Ketill incise.

 
U 335.

Questa pietra runica fu eretta per commemorare la costruzione di un nuovo ponte da parte di un certo Holmi, che dedicò sia il ponte che la pietra a suo padre Hæra, huscarl del re Sigrøðr. Come molte altre pietre runiche, fu scoperta inglobata nel muro della chiesa, dove tuttora rimane.

Traslitterazione in caratteri latini

modifica

ulmi × lit × risa × stin × þina × uk × bru þisi × i(f)tiR × iru × faþur sin × uskarl × sifruþaR

Trascrizione in antico norreno

modifica

Holmi let ræisa stæin þenna ok bro þessi æftiR Hæru(?), faður sinn, huskarl SigrøðaR.

Traduzione in Italiano

modifica

Holmi eresse questa pietra e questo ponte (costruito) in memoria di Hæra, suo padre, huscarl di Sigrøðr.

 
U 336.

Questa pietra runica fu eretta da Ulf di Borresta, in memoria di suo zio Ónæmr. Ulf aggiunge che entrambi vivevano a Borresta, Báristaðir in norreno.

Traslitterazione in caratteri latini

modifica

[ul]fR × lit × risa stin × þi[n]a × iftiR × unim × faþurs×bruþr sin þiR × buku × baþiR × i × baristam

Trascrizione in antico norreno

modifica

UlfR let ræisa stæin þenna æftiR Onæm, faðursbroður sinn. ÞæiR byggu baðiR i Baristam.

Traduzione in Italiano

modifica

Ulfr ha eretto questa pietra in memoria di Ónæmr, fratello di suo padre. Entrambi vivevano a Báristaðir.

 
U 343.

Questo monolito formava un monumento assieme alla pietra runica U 344 descritta di seguito. Anche se è scomparsa, è inclusa qui perché dai suoi creatori fu destinata ad accompagnare U 344.

Traslitterazione in caratteri latini

modifica

[* karsi ' uk ...-rn þaiR litu raisa stai- þino ' aftiR ' ulf ' faþur sin ' kuþ hialbi hons ... auk| |kuþs muþi]

Trascrizione in antico norreno

modifica

Karsi ok ... þæiR letu ræisa stæi[n] þenna æftiR Ulf, faður sinn. Guð hialpi hans ... ok Guðs moðiR.

Traduzione in Italiano

modifica

Karsi e ... hanno eretto questa pietra in memoria di Ulfr, loro padre. Dio possa aiutare la sua ... e la madre di Dio.

 
U 344.

Questa pietra runica venne rinvenuta nel 1868 da Richard Dybeck[1] a Yttergärde, ma oggi è conservata nella chiesa di Orkesta. Le rune sono incise da destra a sinistra e con la medesima orientazione, ma l'ultima parola fuori dal nastro inciso fu scritta con la consueta orientazione sinistra-destra[1]. Può essere datata alla prima metà dell'XI secolo sia perché venne utilizzata la runa Ansuz per i fonemi a e æ e sia perché non compaiono rune di punteggiatura[2].

La pietra è importante perché commemora Ulf di Borresta e i suoi tre danegeld in Inghilterra[1]. Il primo fu al seguito di Skagul Toste[3], il secondo con Thorkell l'Alto[3] e il terzo con Canuto il Grande[3]. Poiché vi sono stati molti anni tra i danegeld, è probabile che Ulfr abbia fatto ritorno in patria dopo ogni viaggio, dove visse come un ricco magnate[4]. Aver partecipato a tre danegeld fu una notevole prodezza e non si può riassumere la sua avventurosa vita con poche fredde parole[4].

Traslitterazione in caratteri latini

modifica

in ulfr hafiR o| |onklati ' þru kialt| |takat þit uas fursta þis tusti ka-t ' þ(a) ---- (þ)urktil ' þa kalt knutr

Trascrizione in antico norreno

modifica

En UlfR hafiR a Ænglandi þry giald takit. Þet vas fyrsta þet's Tosti ga[l]t. Þa [galt] Þorkætill. Þa galt Knutr.

Traduzione in Italiano

modifica

E Ulfr prese tre pagamenti in Inghilterra. Questo fu il primo che a Tosti fu pagato. Poi Þorketill fu pagato. Poi Knútr fu pagato.

  1. ^ a b c Enoksen 1998:122
  2. ^ Enoksen 1998:124
  3. ^ a b c Pritsak 1981:343
  4. ^ a b Enoksen 1998:125

Bibliografia

modifica
  • Enoksen, Lars Magnar. (1998). Runor : historia, tydning, tolkning. Historiska Media, Falun. ISBN 91-88930-32-7
  • Pritsak, Omeljan. (1981). The origin of Rus'. Cambridge, Mass.: Distributed by Harvard University Press for the Harvard Ukrainian Research Institute. ISBN 0-674-64465-4
  • Rundata
  • Informazioni fornite dal Swedish National Heritage Board.

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica