Pieve dei Santi Pietro e Paolo a Cascia

Pieve di San Pietro a Cascia
S.pietro cascia 1.jpg
Facciata
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàCascia (Reggello)
ReligioneCattolica
TitolarePietro apostolo
Stile architettonicoromanico
Sito webSito della Parrocchia

Coordinate: 43°40′30.92″N 11°31′46.66″E / 43.675256°N 11.529627°E43.675256; 11.529627

La pieve di san Pietro a Cascia si trova a Cascia, nel comune di Reggello, in città metropolitana di Firenze, diocesi di Fiesole.

Storia e descrizioneModifica

È una tra le più interessanti pievi valdarnesi per la qualità delle sculture e per l'impianto architettonico romanico, riferibile al tardo XII secolo.

La tradizione popolare ne attribuisce la costruzione alla duchessa di Toscana Matilde detta da Canossa.

La facciata, decorata con arcatelle, è preceduta da un portico a quattro arcate, con colonne e capitelli classicheggianti. All'interno, le tre navate sono divise da colonne monolitiche, cui fa eccezione, nella penultima campata, la presenza di pilastri quadrangolari; a conclusione è una sola grande abside semicircolare. Nei capitelli della prima, terza e quinta colonna di destra sono scolpite teste di uomini e animali dal significato allegorico ed elementi di decorazione tipici dell’arte romanica.

La torre campanaria alta 32 metri trova probabilmente origine come "gardingo" longobardo (VI sec) o come torre del Castelvecchio dei Conti Guidi (VII sec.), trasformata poi dopo il Mille in campanile.

OpereModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Museo Masaccio.

Molte delle opere un tempo esposte in chiesa si trovano nell'adiacente Museo Masaccio inaugurato nell'aprile del 2002, come la Madonna in trono con il Bambino, angeli adoranti e santi, noto anche come il Trittico di San Giovenale, di Masaccio ( 1422 ).

All'interno della chiesa è oggi possibile ammirare:

  • L'affresco staccato con l'Annunciazione di Mariotto di Cristofano
  • La Madonna in trono con Bambini e i Santi Giovanni Evangelista e Rocco, Ambito fiorentino sec. XVII
  • Il Crocifisso processionale detto "della Casellina" del secondo quarto del Trecento
  • La Crocifissione di Domenico Soldini (1619)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica