Pipa pipa

Pipa pipa (Linnaeus, 1758), o rospo del Suriname, è un anfibio anuro del genere Pipa, famiglia dei pipidi, caratterizzato dal corpo schiacciato e una lunghezza dai 5 ai 20 cm.

Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Pipa pipa
Pipa pipa01.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Amphibia
Sottoclasse Lissamphibia
Ordine Anura
Famiglia Pipidae
Genere Pipa
Specie Pipa pipa
Nomenclatura binomiale
Pipa pipa
L., 1758
Areale
Suriname Toad Pipa pipa distribution map.png
Zona di diffusione.[1]

DescrizioneModifica

Il rospo del Suriname è generalmente grigio nella regione dorsale e più chiaro in quella ventrale. Ha un corpo assai schiacciato e una testa triangolare molto appiattita. Come gli altri membri della famiglia dei pipidi, è sprovvisto di lingua. Il rospo del Suriname possiede arti posteriori robusti per il nuoto, organi di senso lungo i lati che registrano le vibrazioni nell'acqua fangosa, polpastrelli simili a tentacoli a elevata sensibilità tattile e occhi rivolti verso l'alto per vedere sopra la superficie.

Habitat e distribuzioneModifica

Il rospo del Suriname popola fiumi e canali a corso lento e fondo fangoso delle aree del Sud America settentrionale. Questa specie si è adattata ad una vita interamente acquatica.

RiproduzioneModifica

Il rospo del Suriname ha un comportamento riproduttivo molto insolito: il maschio afferra la femmina dal di sopra e la coppia si ribalta ripetutamente. La femmina depone circa 100 uova a covata. Le uova vengono rilasciate, fecondate e intrappolate tra la pancia del maschio e il dorso della femmina, per infossarsi poi nella pelle di quest'ultima che si gonfia e avvolge ogni uovo in una tasca individuale. La femmina trasporta sul dorso le uova per 3 mesi. Qui si sviluppano in capsule per dare infine vita ai piccoli già metamorfosati.

DietaModifica

Il rospo del Suriname si nutre soprattutto di vermi, larve di insetti e altri invertebrati.

NoteModifica

  1. ^ IUCN (International Union for Conservation of Nature), Conservation International & NatureServe. 2010. Pipa pipa. In: IUCN 2015. The IUCN Red List of Threatened Species. Version 2015.2. Archived copy, su iucnredlist.org. URL consultato il 24 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2014).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàJ9U (ENHE987007551143005171
  Portale Anfibi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anfibi