Polittico dei Dottori della Chiesa

dipinto di Antonello da Messina

Il Trittico dei Dottori della Chiesa è un'opera smembrata di Antonello da Messina, databile al 1470-1475 circa. Dipinta a olio su tavola con fondo oro, è oggi divisa in almeno sei scomparti, divisi tra Firenze e Milano.

Polittico dei Dottori della Chiesa
AutoreAntonello da Messina
Data1470-1475 circa
Tecnicaolio su tavola
Dimensioni150×142 cm
UbicazioneSmembrato, varie collocazioni

Storia modifica

L'ubicazione originaria del polittico è ignota. Esso venne ricostruito in epoca relativamente recente sulla base delle affinità della tavola col San Benedetto milanese con le riscoperte tavole degli Uffizi, che vennero riconosciute solo nel 1996, dopo un restauro che le liberò dalle ridipinture.

Descrizione e stile modifica

Il polittico è stato così ricomposto: diviso su due registri, in basso contiene le figure intere della Madonna in trono col Bambino tra i santi Giovanni Evangelista e Benedetto; in alto le cuspidi coi Dottori della Chiesa a metà figura.

Il polittico dimostra un intenso contatto con l'arte provenzale o catalana, come dimostrano la trilobatura delle tavole e alcuni motivi decorativi (come l'intaglio del trono della Madonna). Tutto italiano è invece il tentativo di unificare spazialmente le tre tavole principali, con le ombre che continuano altre i confini degli scomparti.

Alcuni critici sostengono che quest'opera possa essere un polittico anziché un trittico associando alle tre pale principali queste tre:

Possibile ricostruzione modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

  Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura