Polizia di frontiera afghana

polizia di frontiera dell'Afghanistan

La polizia di frontiera afghana (in inglese Afghan Border Police – ABP) era la polizia di frontiera della Repubblica Islamica dell'Afghanistan.

Polizia di frontiera afghana
Afghan Border Police
Officer of the Afghan Border Police at the Afghanistan–Uzbekistan Friendship Bridge.jpg
Ufficiale della polizia di frontiera afghana sorveglia il confine con l'Uzbekistan
Descrizione generale
Attiva2002 - 2021
NazioneAfghanistan Afghanistan
Tipopolizia di frontiera terrestre
Dimensione23.000 unità circa
Quartier generaleKabul
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

StoriaModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Guerra in Afghanistan (2001-2021).

Nata nel 2002 dopo lo scoppio della guerra in Afghanistan del 2001, a partire dal 2006 agenti e ufficiali vennero addestrati da forze dell'ordine occidentali, tra i quali la Guardia di Finanza, che aveva a tal scopo un contingente della Guardia di Finanza italiana, composto da 20 persone tra ufficiali, ispettori, sovrintendenti ed agenti, di stanza ad Herat, sede dei corsi.

Composizione ed attivitàModifica

  • Era composta da poco più di 23.000 agenti di vario grado. A differenza dell'Afghan Custom Police[forse si tratta di Afghan National Civil Order Force?] (ACP) che si occupava delle frontiere aeroportuali, essa presidiava la frontiera terrestre. Il lavoro degli agenti dell'ABP assumeva particolare rilevanza nella provincia di Herat, per via dell'importante confine con l'Iran, nazione con la quale vi sono forti scambi commerciali, tanto che circa il 40% degli introiti dello Stato afghano provenivano dai diritti doganali incassati su detto confine.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica