Apri il menu principale
Ponte Wilson
Pont Wilson a Tours DSC 0461.jpg
Localizzazione
StatoFrancia Francia
CittàTours
AttraversaLoira
Coordinate47°23′57.2″N 0°41′08.08″E / 47.399221°N 0.685579°E47.399221; 0.685579Coordinate: 47°23′57.2″N 0°41′08.08″E / 47.399221°N 0.685579°E47.399221; 0.685579
Dati tecnici
Tipoponte in muratura
Materialepietra
Lunghezza434 m
Larghezza21 m
Realizzazione
ProgettistaMathieu Bayeux
Costruzione1765-1778
Mappa di localizzazione
Pont Wilson a Tours, visto dalla Loira

Il ponte Wilson, costruito tra il 1765 e il 1778, è il più antico ponte di Tours in Francia. Costituito da 15 archi, è lungo 434 metri e scavalca la Loira. Gli abitanti di Tours lo chiamano Pont de pierre. Si apre a sud della place Choiseul in fondo all'Avenue de la Tranchée e a nord della piazza Anatole-France di fronte alla rue National.

Il ponte è iscritto come Monument historique. L'attuale manufatto ha sostituito il vetusto pont d'Eudes dell'XI secolo che si trovava più ad est.

Indice

DimensioniModifica

Il ponte Wilson è lungo 434 e largo 21,30 metri. È costituito da 15 archi aventi una luce di 24,30 metri e una freccia di 8,12 metri. Dispone di 14 piloni che che l'ingegnere Jean-Rodolphe Perronet giudicò troppo grandi e causa di troppi gorghi.

Origine del nomeModifica

Il nome fu dato in onore di Woodrow Wilson (1856–1924) Presidente degli Stati Uniti d'America importante alleato della Francia nella prima guerra mondiale.

StoriaModifica

Nel 1758, l'ispettore generale Mathieu Bayeux presentò un progetto approvato dal sindaco e dal consiglio comunale di Tours e la prima pietra venne posta in opera il 25 ottobre 1765.

La costruzione fu terminata nel 1778, sotto la direzione di Jean-Baptiste de Voglie, che aveva sostituito Bayeux ritiratosi nel 1774 e deceduto nel 1777.

BibliografiaModifica

  • Louis Alexis Beaudemoulin, Mémoire sur les divers mouvements du pont de Tours et sur les moyens employés en 1835 et 1836 pour consolider les fondations des 9º, 10º et 11º piles de ce pont, dans Annales des ponts et chaussées. Mémoires et documents relatifs à l'art des constructions et au service de l'ingénieur, 1939, II semestre, p. 86-133 et planches CLXXIII, CLXXIV et CLXXV ("online"), su gallica.bnf.fr.
  • Louis Beaudemoulin,Mémoire sur quelques procédés, outils, machines, etc., employés à la construction des radiers en béton du pont de Tours, dans Annales des ponts et chaussées. Mémoires et documents relatifs à l'art des constructions et au service de l'ingénieur, 1941, II semestre, p. 210-251 et planches 5, 6 et 7 ("online"), su gallica.bnf.fr.
  • Guy Grattesat, L'effondrement partiel du pont Wilson à Tours. Ses causes et ses enseignements, dans Travaux, juin 1980, nº 544, p. 28-36

Collegamenti esterniModifica

Altri progettiModifica