Porta cittadina

porta situata (ora o in passato) nelle mura di una città fortificata, con la funzione di difensiva o daziaria, come punto controllato di passaggio e accesso in tempo di pace e come punto di difesa in guerra

Una porta cittadina o porta urbica (da urbe, ossia città) è un elemento architettonico che fa parte della cerchia muraria che circonda, o circondava, un centro abitato.

La Brama Młyńska nella città polacca di Stargard, una delle poche porte d'acqua in Europa

UtilizziModifica

Le porte cittadine erano il punto di accesso alla città dove venivano controllate persone, veicoli, beni ed animali che vi transitavano. A seconda del contesto storico, ricoprivano funzioni di difesa, sicurezza, salute, commercio o imposizione fiscale, ed erano presidiate dalle autorità comunali o militari. Sulla porta cittadina erano solitamente pubblicati gli editti riguardanti scadenze di tasse e imposte, unità di misura locali e testi di legge. Potevano essere particolarmente fortificate, ornate con scudi araldici, sculture o iscrizioni, o usate per esporre le teste dei criminali o dei nemici pubblici decapitati. Di rilievo sono le porte dell'architettura tradizionale cinese denominate paifang.

Galleria d'immaginiModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 64382 · GND (DE4136701-7 · BNF (FRcb121320043 (data) · BNE (ESXX552142 (data)