Pregoressia

disturbo alimentare durante la gravidanza
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Pregoressia
SpecialitàPsichiatria - Ginecologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM312.0
ICD-10F53.9

La pregoressia è un disturbo alimentare che colpisce le donne durante la gravidanza. Si tratta di un disturbo che nei paesi occidentali è sempre più diffuso: si stima che colpisca circa il 5% delle donne in attesa di un figlio. La pregoressia è maggiormente diffusa in Gran Bretagna e negli Stati Uniti[1].

Origine e definizione del termineModifica

La parola "pregoressia"[2] deriva dalla fusione tra i termini "pregnancy" e "anorexia" (gravidanza + anoressia).

Con questo termine si designa un disturbo alimentare che consiste nell'ossessione di non voler aumentare di peso durante il periodo della gravidanza. Questo porta a varie conseguenze: le donne che ne soffrono smettono di nutrirsi in modo adeguato, mettendo così a repentaglio la propria salute e quella del feto.

EziologiaModifica

Studi hanno dimostrato che c'è una certa correlazione tra le donne che hanno già sofferto di disturbi alimentari e quelle che soffrono di pregoressia.[3] Spesso sono soggetti relativamente deboli, profondamente influenzati dagli stereotipi che ci vengono offerti ogni giorno (vip che rimangono incinte e sono in forma smagliante a poche settimane dal parto)[4].

Sintomi e conseguenzeModifica

Una donna che soffre di pregoressia mostra i seguenti sintomi:

  • eccessiva cura del proprio aspetto fisico (controllo maniacale del peso);
  • tendenza a saltare i pasti;
  • tendenza a calcolare in modo maniacale l'apporto calorico dei cibi ingeriti;
  • svolgimento di attività fisica eccessiva e non adeguata alla condizione gravidica;
  • dimostrazione di distacco verso il futuro bambino e la gravidanza.

Le conseguenze della pregoressia possono essere:

NoteModifica

  1. ^ Crescono disturbi alimentari, da Usa drunkoressia - Alimentazione - Salute e Benessere - ANSA.it, su www.ansa.it. URL consultato il 3 maggio 2018.
  2. ^ Sei incinta? Potresti soffrire di pregoressia senza saperlo | Consigli Naturali, su www.consigli-naturali.com. URL consultato il 3 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2018).
  3. ^ Pregoressia, il disturbo alimentare delle donne in gravidanza, su psicolinea.it, 19 febbraio 2018.
  4. ^ Gravidanza: alla larga dalla mammoressia - Starbene, in Starbene, 29 gennaio 2016. URL consultato il 3 maggio 2018.