PrivatBank
Logo
PrivatBank Headoffice.jpg
Quartier generale, Dnipro, 2010
StatoUcraina Ucraina
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1992
Fondata da
Sede principaleDnipro
Persone chiaveOleksandr Dubilet (Presidente)
SettoreBanca, Investimento
Fatturato₴ 18.910 miliardi[1] (2013)
Utile netto₴ 1.307 miliardi[1] (2013)
Dipendenti+30.000[2]
Slogan«PrivatBank - Il tuo punto di appoggio!»
Sito webwww.privatbank.ua/

PrivatBank ( ucraino : ПриватБанк), per numero di clienti, valore di beni e portafoglio crediti è la più grande banca ucraina.[3]

Nel mese di marzo 2014 viene nominata come "Miglior banca ucraina del 2014" dalla rivista americana Global finance[4], mentre la rivista britannica The Banker nel mese di novembre 2013 la nomina "Banca dell'anno 2013 per l'Ucraina.[5]

Nel 2013 l'utile netto di PrivatBank era pari a 621.232.000 ₴ aumentato di 2,3 volte rispetto al 2012, superiore al 20% del profitto totale del sistema bancario ucraino.

PrivatBank è fornitrice di servizi per 2,4 milioni di pensionati in Ucraina, 3,4 milioni di persone utilizzano le carte di credito di PrivatBank per ricevere il loro stipendio, 1 milioni di studenti riceve l'indennità di formazione attraverso PrivatBank.[6]

L'infrastruttura della banca in Ucraina include: 6.975 bancomat; 2.228 terminali di pagamento; 35.486 POS, 3.303 filiali e uffici.

In media ogni giorno 1,5 milioni di persone utilizzano i servizi di PrivatBank.

StoriaModifica

PrivatBank è una delle prime banche private con sede in Ucraina.

La decisione di fondare PrivatBank fu presa durante una riunione dei suoi fondatori il 7 febbraio 1992.

È stata la prima banca in Ucraina ad introdurre carte di credito e bancomat.

Nel 1996 PrivatBank diventa membro a pieno titolo di Visa International Service Association, avviando l'emissione di carte di credito su larga scala.[7]

Nel 1997 PrivatBank ottiene la dichiarazione di rating dall'agenzia di rating internazionale Thomson Bankwatch e diventa membro a pieno titolo di Europay International.

Nel 1998 ottiene la dichiarazione di rating dall'agenzia di rating Fitch Ratings.

Nel 1999 apre la sua prima filiale estera a Nicosia, Cipro.

Nell'aprile del 2002 un rappresentante di PrivatBank viene scelto per far parte del consiglio di amministrazione di Visa CEMEA (Europa centrale, Medio Oriente, Europa orientale e Africa).

Nel dicembre 2016 la banca è stata nazionalizzata dal governo ucraino.[8]

Società controllateModifica

PrivatBank possiede le seguenti filiali: Privatbank Cipro (Cipro ), MoscomPrivatBank (Russia), AS Privatbank (Lettonia), TaoPrivatBank (Georgia).[9] e l'AS Privatbank[10] (Portogallo).

Inoltre, ha uffici e agenzie filiali in 12 paesi, tra cui Italia, Regno Unito e Repubblica popolare cinese.

Il 16 agosto del 2007, il nome della società lettone di PrivatBank, è stata ufficialmente cambiata in AS PrivatBank come parte di una strategia per rafforzare il riconoscimento del marchio regionale del gruppo bancario.

NoteModifica

  1. ^ a b https://drive.google.com/file/d/0ByNKAKT7mLFoMnQzczQ5cVc0RWM/edit
  2. ^ http://www.expotpp.ks.ua/eng/services/financial-and-banking-services/21-the-kherson-branch-privatbank-kb-privatbank.html
  3. ^ CIS Banks Review, in Interfax, 16 febbraio 2006. URL consultato il 26 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2008).
  4. ^ (EN) Global Finance Magazine - World’s Best Emerging Markets Banks in Central & Eastern Europe 2013, su Global Finance Magazine. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  5. ^ (EN) The Banker, Bank of the Year Awards 2013 – central and eastern Europe, su www.thebanker.com. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  6. ^ officialsite.pp.ua, https://web.archive.org/web/20160918041924/http://officialsite.pp.ua/?p=214288 (archiviato dall'url originale il 18 settembre 2016).
  7. ^ 349-privatbank.html, su economtermin.ru.
  8. ^ Buco da 5,6 miliardi: nazionalizzata PrivatBank, la più grande banca ucraina, in Il Sole 24 ORE. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  9. ^ PrivatBank expands into Georgia, KyivPost, 9 Aug 2007, Kyivpost.com, 9 agosto 2007. URL consultato il 5 maggio 2013.
  10. ^ economtermin.ru, http://www.economtermin.ru/en/banks/349-privatbank.html.

Collegamenti esterniModifica