Apri il menu principale

RJ-45

interfaccia fisica comunemente usata per connettere reti cablate strutturate
Ethernet RJ-45 Connector

Pkuczynski RJ-45 patchcord.jpg

Tipo Collegamento dati locale
Informazioni storiche
Data presentazione anni settanta
In produzione Yes check.svg
Specifiche fisiche
Reversibile X mark.svg No
Inseribile a caldo Yes check.svg
Esterno Yes check.svg
N° PIN 8
Trasferimento dati
Velocità dati 100 Mbps (Fast Ethernet)
1 Gbps (Giga Ethernet)
10 Gbps (10GbE)
Piedinatura
RJ45.svg
Schema del connettore RJ-45
Nome Descrizione
PIN 1 TX_D1+ Trasmissione
#1 Dati+
PIN 2 TX_D1- Trasmissione
#1 Dati-
PIN 3 RX_D2+ Ricezione
#2 Dati+
PIN 4 BI_D3- Bi-direzionale
#3 Dati-
PIN 5 BI_D3+ Bi-direzionale
3# Dati+
PIN 6 RX_D2- Ricezione
#2 Data-
PIN 7 BI_D4+ Bi-direzionale
#4 Dati+
PIN 8 BI_D4- Bi-direzionale
#4 Dati-
Un connettore ancora da crimpare per un cavo Ethernet

La sigla RJ45 (dall'inglese Registered Jack tipo 45) indica una interfaccia fisica usata per l'attestazione di cavi elettrici a coppie di conduttori incrociati (twisted pair), destinati ai servizi telefonici e di trasmissione dati. Questa sigla è comunemente utilizzata per indicare il connettore utilizzato nei cablaggi di rete; si tratta di un uso improprio perché RJ45 in realtà si riferisce all'interfaccia, mentre il nome corretto del connettore è "connettore modulare 8P8C" (8 posizioni e 8 contatti).

CaratteristicheModifica

A differenza delle apparecchiature telefoniche, che utilizzano l'RJ-11, il connettore RJ45 è utilizzato in particolare per il cablaggio delle reti locali secondo gli standard Ethernet / IEEE 802.3 10Base-T, 100Base-TX e 1000Base-T, anche se con una configurazione dei contatti (pinout) leggermente diversa da quella originale. L'iniziale disposizione progressiva delle coppie verso l'esterno, a partire dai contatti centrali, non è compatibile con le velocità richieste da tali applicazioni perché porta a una distanza troppo elevata i conduttori delle coppie più esterne.

Per tale applicazione sono stati sviluppati due schemi di cablaggio, T568A e T568B, che differiscono fra di loro per l'inversione delle coppie 2 e 3.

T568A è indicato come schema preferito perché fornisce una compatibilità all'indietro sia con sistemi di cablaggio USOC ad una coppia che a due paia.

T568B corrisponde al vecchio codice a colori AT&T 258A, ed è molto utilizzato, è inoltre ammesso dallo standard ANSI/TIA-568 a partire dalla revisione B del documento (TIA/EIA-568-B.1) del 1995, ma fornisce compatibilità solo con lo schema USOC a singola coppia.

Come caratteristiche elettriche i due schemi sono equivalenti, scegliere uno o l'altro non fa differenza.

In linea di massima, per impianti nuovi è da preferire lo schema T568A, mentre nell'estendere reti già esistenti, bisogna rimanere coerenti con lo schema utilizzato.

CablaggiModifica

Pin Cp. T568A Cp. T568B Cond. Codice colori T568A Codice colori T568B
1 3 2 1   bianco verde   bianco arancio
2 3 2 2   verde   arancio
3 2 3 1   bianco arancio   bianco verde
4 1 1 2   blu   blu
5 1 1 1   bianco blu   bianco blu
6 2 3 2   arancio   verde
7 4 4 1   bianco marrone   bianco marrone
8 4 4 2   marrone   marrone

Cavo direttoModifica

I cavi dritti (o diretti) servono per collegare ad esempio il PC al router (qualora i dispositivi fossero dotati di porte in grado di riconoscere il cablaggio o nei router più semplici di tipo casalingo) o all'hub o allo switch di rete. Tali cavi vengono anche chiamati patch.

I cavi di tipo dritto possono seguire due tipi di standard differenti a seconda di come sono disposti i fili colorati nel connettore: i collegamenti sono sempre pin-to-pin (ovvero il pin 1 di un connettore è direttamente collegato al pin 1 dell'altro connettore ecc), ma cambia la disposizione dei fili all'interno dello stesso secondo un diverso schema dei colori; lo standard con la lettera B è più recente.

Cavo diretto T568AModifica

   

Cavo diretto T568BModifica

   

Cavo incrociatoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Cavo ethernet incrociato.

I cavi incrociati (o crossover) servono per collegare tra loro 2 PC oppure per collegare in cascata gli hub/switch.

   

Altri utilizzi del connettore 8P8CModifica

Il connettore 8P8C spesso viene utilizzato anche per l'interfaccia RS-232 con diverse piedinature e anche se impropriamente questa connessione viene chiamata RJ-45. Qui di seguito i principali standard con questo formato:

Utilizzato anche per la connessione di dispositivi audio secondo lo standard sviluppato da StudioHub+

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Telematica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di reti, telecomunicazioni e protocolli di rete